thumbnail Ciao,

Il croato dell'Inter piace a Petrachi, che punta anche Mariga. A centrocampo il napoletano e Seymour sono i più semplici da raggiungere, ma occhio a Marco Rigoni e Bacinovic.

Se in campo le cose vanno probabilmente peggio di quel che ci si attendeva, meglio rivolgersi al mercato. Il Torino è attivissimo, e si presume che a gennaio qualche colpo in entrata lo metterà a segno. Come il croato Marko Livaja, magari, talentino nerazzurro in rampa di lancio.

Giovedì sera, gli osservatori granata presenti a San Siro lo hanno visto far faville e segnare una doppietta agli azeri del Netfci. L'idea di Petrachi, secondo 'Tuttosport', è quella di chiederlo in prestito all'Inter, anche se prestazioni così potrebbero indurre Stramaccioni a convincersi di averlo già in casa, il vice Milito.

Dei nerazzurri interessa anche il keniano Mariga, ai margini del progetto interista. E chissà che nell'operazione non possa entrare Rolando Bianchi: il bomber va in scadenza in estate e non rinnoverà, e venderlo a gennaio (magari a una big, come riserva) significherebbe portare a casa qualche quattrino.

Per l'attacco, il nome di Livaja non è l'unico che circola: piacciono anche il fiorentino Liajic, il napoletano Vargas e l'udinese Barreto. Ad Acquafresca non dispiacerebbe tornare a Torino, Zarate è il sogno ma costa troppo. E Floccari, che lascerà la Lazio, è destinato a Napoli o Genoa.

Anche il centrocampo ha bisogno di rinforzi. Il problema è che il Catania accetta di cedere Almiron, sogno di Ventura, solo alle cifre giuste, e pure Tissone è difficile da raggiungere. Così Petrachi cambia obiettivo e si tuffa su Donadel, con l'alternativa rappresentata dal cileno del Genoa Seymour.

Chi a Torino ci ha già giocato, ma sull'altra sponda - ha iniziato nelle giovanili della Juve - e potrebbe tornarci vestendo il granata è Marco Rigoni, del Chievo. Sempre a Verona, ma nell'Hellas, gioca Armin Bacinovic. E' in prestito dal Palermo, a cui il Toro pensa di chiederlo in prestito.

Sullo stesso argomento