thumbnail Ciao,

Il club bianconero sarebbe intenzionato a prendere subito Llorente. Se non sarà possibile, si aspetterà giugno. Per l'immediato tornano in auge Drogba e Pazzini (per Matri?).

La Juventus vuole farsi un regalo. Il modo migliore per festeggiare la qualificazione agli ottavi di Champions è l'arrivo di un nuovo attaccante. Il preferito rimane Fernando Llorente, il cui approdo a Torino nella prossima estate viene dato per scontato. Per lui è pronto un quadriennale da 4 milioni e mezzo di euro all'anno (più bonus).

I bianconeri, però, come svelato in esclusiva da Goal.com, vorrebbero portare subito il giocatore in Italia, in cambio di 7 milioni di euro, non di più. In caso di no dell'Athletic, naturalmente, non si andrà avanti con la trattativa: a quel punto, si aspetterà giugno. Per l'immediato potrebbe dunque riprendere la caccia a Didier Drogba, che ha già annunciato la sua intenzione di allenarsi a gennaio con il Chelsea in vista della Coppa d'Africa.

Alla Juve non dispiacerebbe prendere l'ivoriano per i prossimi 6 mesi, magari con opzione per l'anno successivo, anche se difficilmente l'esperto bomber (35 anni a marzo) accetterà una soluzione del genere, senza trascurare il problema ingaggio. C'è poi una terza ipotesi, relativa ad uno scambio Matri-Pazzini con il Milan. Anche qui, però, non mancano i contro, relativi soprattutto all'impossibile utilizzo dei due in Champions con maglie diverse.

"Non vedo nell'immediato tutta questa necessità di arrivare ad un attaccante - ha spiegato ieri Beppe Marotta a 'Rai Sport 1' - La Juventus vince grazie al collettivo, ad un'organizzazione di gioco quasi perfetta. Senza dimenticare che siamo pur sempre il secondo miglior attacco della A".

Potrebbe trattarsi di semplice pretattica, chissà. Anche perchè l'ad bianconero può già cominciare a contare il ricco incasso in arrivo dalla Champions: 8 milioni a gennaio, almeno altri 12 all'inizio della prossima stagione. L'ingresso negli ottavi frutta alla Juve 3,5 milioni di premio Uefa, oltre agli introiti provenienti dal botteghino e ai bonus legati al risultato della doppia sfida (un milione per la vittoria, 500mila euro per il pareggio). Poi c'è la fetta più sostanziosa, quella dei diritti tv: lo scorso anno il premio totale da dividere era di 754 milioni, quest’anno è di 910.

Andare avanti in Europa conviene e può portare in regalo per la Befana anche un Llorente o 'Top' simile...

Sullo stesso argomento