thumbnail Ciao,

Il tecnico jesino è sempre più in bilico dopo l'uscita dalle coppe. O vince la Premier o è fuori: in caso di divorzio, ad ogni modo, sembra da scartare l'ipotesi Mou...

Vincere la Premier League per salvare la panchina. Non ha scelta Roberto Mancini dopo il fallimento dell'avventura in Champions. Il Manchester City è arrivato ultimo nel 'girone della morte', finendo per essere escluso da tutte le coppe europee (Europa League inclusa). Un flop clamoroso, pur considerando le difficoltà del raggruppamento.

Ma al City non se ne stanno con le mani in mano: è già tempo di programmazione, e di individuare il potenziale erede del 'Mancio', nel caso in cui questi fallisse la conquista del secondo titolo nazionale consecutivo. Una cosa è certa, almeno secondo il 'Daily Mirror': sulla panchina dei 'Citizens' non siederà mai Josè Mourinho, a sua volta in bilico al Real.

Questo perchè il portoghese sarebbe sgradito a due importanti dirigenti del City, nonchè ex del Barcellona, ovvero l'amministratore delegato Ferran Soriano e il direttore sportivo Txiki Begiristain.

Ai tempi del Barça i due, che ebbero l'occasione di valutare il suo curriculum, giudicarono troppo aggressivo il carattere dello 'Special', preferendo puntare su Pep Guardiola, che vinse tutto nel corso del suo quadriennio. Proprio il guru catalano sarebbe il favorito numero 1 per la sostituzione di Mancini. Ma occhio al Chelsea di Abramovich, da tempo in forte pressing sull'ex tecnico blaugrana. La sfida è partita.

Sullo stesso argomento