thumbnail Ciao,

Il difensore centrale classe '94 ha convinto la dirigenze bianconera. Intanto sul fronte Llorente, si registra l'inserimento degli inglesi del Tottenham a complicare la situazione.

Centrata la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, la Juventus è pronta a tuffarsi sul mercato, alla ricerca di elementi di talento che possano rivelarsi degli affari in ottica futura. Il nome buono, secondo quanto riferisce stamane 'La Gazzetta dello Sport', sembra essere quello di Matheus Doria Macedo, per tutti Doria, difensore centrale classe '94 del Botafogo.

Mancino dal fisico longilineo e dalle discrete doti tecniche, Doria, nonostante abbia appena 18 anni, ha già dimostrato grosse potenzialità nelle 20 partite giocate quest'anno con la squadra brasiliana, tanto da convincere i dirigenti bianconeri a investire su di lui.

Il club di Corso Galileo Ferraris ha già presentato un'offerta, ma il presidente Assumpçao starebbe facendo delle resistenze e sarebbe disposto a privarsene solo di fronte a una proposta economica adeguata. Tanto più che sul giocatore, alto 1 metro e 88 centimetri, e ideale per la difesa a tre, ci sarebbero anche altri club europei e che un altro gioellino, Elkeson, ha salutato il club di Rio per accasarsi al Guanghzou di Marcello Lippi in Cina.

Intanto, sul fronte Fernando Llorente, sono da registrare notizie non molto positive per i bianconeri. Sull'attaccante dell'Athletic Bilbao infatti, da tempo obiettivo bianconero, si è inserito ora anche il Tottenham, che sembra voler far sul serio. Un ostacolo in più per i torinesi per portare il giocatore in Italia.


Sullo stesso argomento