thumbnail Ciao,

L'olandese è intenzionato ad andare al muro contro muro e pensa ad adire le vie legali. Ma la cessione a gennaio sembra sempre più l'unica soluzione possibile.

Passano i giorni, ma il braccio di ferro con l'Inter non accenna ad ammorbidirsi, e alla lunga sta isolando sempre più Wesley Sneijder all'interno dello spogliatoio nerazzurro. Le parole pronunciate la scorsa settimana da Javier Zanetti: "Stiamo vivendo un periodo di crisi economica e serve buon senso", sono emblematiche.

Ai compagni di Sneijder non andrebbe giù il fatto che nonostante una diminuzione dello stipendio annuale del giocatore olandese (da 6 milioni più 1 di bonus a 5), quest'ultimo alla fine avrebbe un altro anno di contratto, e dunque, complessivamente, andrebbe a guadagnare di più, mentre molti di loro, per restare, hanno dovuto accettare consistenti tagli di ingaggio.

Una situazione, insomma, quella in seno all'Inter, che rischia di diventare sempre più complicata per Sneijder. Tanto più che ora l'olandese rischia anche una multa, dopo il 'cinguettio' di ieri su 'Twitter' ("Per quelli che mi hanno chiesto se sono convocato per domani, non sono convocato!!!"), con il quale anticipava agli amici la mancata convocazione per il match di Europa League contro il Neftchi Baku, apparso a tutti come una vera provocazione nei confronti del club nerazzurro.

Appare chiaro altresì che il trequartista olandese sta vivendo molto male questa situazione e che non sopporti il fatto di non poter scendere in campo. L'antidoto che ha scelto sono lunghe dormite pomeridiane, di quattro-cinque ore, perché la mattina invece si sveglia presto, con il nervosismo addosso. La moglie Yolanthe ha disdetto qualsiasi impegno di lavoro per stare accanto a Wes, ma neppure questo basta a migliorare l'umore del giocatore.

Che ora, per difendersi e far valere le proprie ragioni, sarebbe pronto a tutto, anche, in estrema ratio, a indire le vie legali contro la società nerazzurra, la stessa con cui ha vinto tutto. Domani è previsto il nuovo incontro fra le parti, ma difficilmente si arriverà a una pace o almeno a un armistizio.

La soluzione sembra poter essere una sola: la cessione di Sneijder a gennaio. L'amico Kuyt gli ha proposto il Fenerbahce, senza però per il momento esser riuscito a convincerlo, ma l'ipotesi più probabile resta al momento quella del PSG. Nonostante le smentite di facciata, infatti, potrebbe realmente concretizzarsi uno scambio con il 'Flaco' Javier Pastore, che finora ha deluso Carlo Ancelotti e tornerebbe volentieri in Serie A.

Sullo stesso argomento