thumbnail Ciao,

Domenica prossima contro la Fiorentina, il boemo potrebbe continuare a schierare la mediana che tanto bene ha fatto nelle ultime partite: Tachtsidis, Bradley e Florenzi.

Domenica prossima, in occasione del match che la Roma giocherà all'Olimpico contro la Fiorentina del 'vecchio amico' Montella, Daniele De Rossi giocherà la 400sima partita in maglia giallorossa. Sempre che, dopo aver scontato le tre giornate di squalifica, il centrocampista venga mandato in campo da Zdenek Zeman.

Già, perchè nel frattempo la Roma ha fatto benissimo, centrando in assenza di Capitan Futuro tre vittorie consecutive, cosa che non accadeva da un anno. Il boemo potrebbe dunque insistere anche contro i viola sul terzetto formato da Tachtsidis, Bradley e Florenzi (senza contare Pjanic, anch'egli ben disimpegnatosi ultimamente quando chiamato in causa).

Anche perchè fanno ulteriormente riflettere le cifre più complessive: 8 punti in 8 partite con De Rossi in campo, 15 in 6 giocate senza di lui. Ed oggi la 'Gazzetta dello Sport' aggiunge un altro paio di carichi alla vicenda, che sembra sempre più preludere ad un addio.

"Speriamo che Daniele vada incontro a Zeman e Zeman faccia lo stesso", è il sussurro di un anonimo dirigente, che svela uno spaccato non certo idilliaco a Trigoria. E poi c'è il pressing sempre più deciso di Real Madrid e Paris Saint-Germain, invogliati a farsi avanti anche dalla considerazione che ormai De Rossi - che l'anno prossimo compirà 30 anni - non ha più il prezzo esorbitante di qualche mese fa, complice anche la 'svalutazione' conseguente al difficile avvio di stagione sotto la guida di Zeman.

Sullo stesso argomento