thumbnail Ciao,

Parecchi sono i nomi in ballo per il prossimo calciomercato dei granata, sia in entrata che in uscita. Intanto fa discutere il malumore di Sansone, che si sente poco considerato.

Con il mercato di gennaio in avvicinamento, parecchia roba bolle in pentola dalle parti di Torinosponda granata. La squadra di Ventura, difatti, come riporta oggi 'Tuttosport', potrebbe andare incontro ad un paio di movimenti, sia in entrata che in uscita, che adesso andremo ad analizzare.

Dal punto di vista degli acquisti, a scalare i gradini delle preferenze del tecnico granata sarebbe Fabio Daprelà, esterno difensivo del Brescia. Il ragazzo può disimpegnarsi sia sulla fascia mancina che su quella opposta e sarebbe il complemento perfetto ad un reparto arretrato già discretamente assortito.

Sul fronte centrocampo, una mano consistente potrebbe arrivare dal Genoa. Con l'arrivo di Del Neri, difatti, più di un giocatore è finito, per ragioni tattiche, ai margini delle squadra, al punto da avere già le valigie pronte per emigrare presso altri lidi.

Lidi che potrebbero essere di color granata per quel che riguarda i destini di Felipe Seymour ed Alexander Merkel. Il primo, dopo un inizio di stagione in cui l'ex allenatore dei liguri, De Canio, puntava su di lui, si è visto confinato sempre più in panchina, e quella legata al Torino è ben più di un'ipotesi: ad oggi si parla insistentemente di comproprietà.

Qualche difficoltà in più potrebbe averla un'eventuale trattativa per portare Merkel sotto la Mole. Il tedesco è infatti stato richiesto da qualche tempo dall'Udinese, che su di lui potrebbe imbastire uno scambio che ricondurrebbe al Genoa Antonio Floro Flores.

Ed a proposito di attaccanti, obiettivo dei granata potrebbe essere Nicola Pozzi, in via di ripresa dalla recente operazione al ginocchio. Ma l'arrivo del doriano sarebbe legato a doppio filo alla partenza, proprio in direzione Sampdoria, di Sansone.

Sansone sta diventando oramai un caso a Torino. Finora ha giocato poco e il procuratore del ragazzo, Di Campli, ha esplicitato tutto il malumore possibile, parlando di cessione probabile nella prossima sessione di mercato, in mancanza di un'inversione di rotta.

Ventura dal suo canto ci sta mettendo parecchio impegno, anche dal punto di vista motivazionale, ma è chiaro come il calciatore non rientri appieno nei sui piani, soprattutto per questione tattiche che lo portano costantemente a preferire a Sansone il tanto vituperato Meggiorini.

L'ex attaccante del Sassuolo non avrebbe certo problemi a trovare acquirenti, al punto che si di lui hanno chiesto concrete informazioni parecchie squadre della massima serie, come appunto la Samp, il Bologna, il Chievo ed il Genoa. Lo vorrebbe pure il Padova ma lui in Serie B non ci vuol tornare.

Ed ecco appunto che l'ipotesi blucerchiata è quella maggiormente accreditata, assieme a quella del Bologna, dove potrebbe giocare un ruolo fondamentale l'eventuale approdo, che Ventura gradirebbe molto, di Acquafresca in granata.

E sul fronte cessioni pare si stia muovendo qualcosa anche per quel che riguarda Rolando Bianchi. Il Capitano del Torino pare sia finito infatti nel mirino dell'Inter, che vorebbe farne il vice Milito. Sul piatto i nerazzurri sarebbero anche disposti a mettere il giovane Livaja, ma siamo ancora allo stato embrionale della trattativa.

Sullo stesso argomento