thumbnail Ciao,

Il presidente rossonero sembra intenzionato a investire, Galliani sarà però impegnato anche sul fronte cessioni: da Mesbah a Traorè, sono in tanti con la valigia in mano...

"Caro Babbo Natale, sotto l'albero vorrei... SuperMario". Inizia così la letterina di tanti tifosi rossoneri, Galliani in primis: l'oggetto dei desideri non è il famoso idraulico dei videogiochi bensì l'altrettanto celebre attaccante del Manchester City. Se l'anno scorso è stato Tevez a monopolizzare l'attenzione tra un brindisi e l'altro, stavolta è Balotelli il nome ricorrente in casa Milan.

Ad indossare barba bianca e vestito rosso potrebbe essere il presidente Silvio Berlusconi, che sembra essersi convinto ad investire, a regalare al popolo milanista un campione che possa riaccendere la fantasia: il sogno è quello di ricomporre in rossonero la coppia-goal destinata a trascinare la Nazionale per i prossimi anni, ossia Balotelli-El Shaarawy. SuperMario, graditissimo al Cavaliere, oggi è tutt'altro che irraggiungibile: al City le cose non vanno per il meglio, il rapporto con Mancini è ai minimi storici e la presenza di Raiola come agente induce a lasciare ogni porta aperta.

Al Milan hanno già cominciato a studiare un piano per portare l'ex interista a Milanello, la strada è quella del prestito con diritto/obbligo di riscatto: decisivi saranno probabilmente i movimenti in uscita, visto che Galliani si troverà alle prese con un'impegnativa opera di sfoltimento della rosa. Sono in tanti con le valigie in mano: Mesbah, Didac Vilà e Traorè sono sul mercato, Flamini è in bilico, mentre Gabriel, Carmona, Valoti e Strasser dovrebbero essere girati in prestito. Da valutare anche le posizioni di Zapata, che potrebbe essere rispedito al mittente (è in prestito dal Villarreal) e di Acerbi, che non ha convinto appieno e potrebbe esser girato al Genoa, che ne detiene la seconda metà del cartellino, in caso di arrivo di un centrale a gennaio.

La cessione che però potrebbe davvero sbloccare la situazione e spingere il Milan ad un grande colpo in attacco è quella di Robinho, sul quale il Santos resta in forte pressing. L'eventuale risparmio sull'ingaggio del brasiliano (4 milioni netti, tra i più alti a bilancio) consentirebbe a Galliani di poter garantire i 3 milioni netti da versare sul conto di Balotelli per i prossimi sei mesi.

SuperMario non potrebbe essere utilizzato in Champions League ma il suo arrivo, oltre a galvanizzare l'ambiente, riproietterebbe il Milan tra le candidate alle zone nobili della classifica. La rimonta è difficile ma l'obiettivo in via Turati è quello di riportarsi a ridosso del terzo posto, vista l'importanza tecnica ed economica di un'eventuale partecipazione alla prossima Champions.

Chi invece può essere utilizzato anche in Europa già da quest'anno è Angelo Ogbonna, che Berlusconi e Galliani hanno individuato come rinforzo ideale per la difesa. Anche in questo caso la trattativa con il Torino dell'amico Cairo potrebbe decollare sotto Natale. L'albero rossonero quest'anno potrebbe essere davvero ricco di doni...

Sullo stesso argomento