thumbnail Ciao,

In arrivo all'inizio della prossima settimana il procuratore dell'olandese, Soren Lerby: dal vertice con la società nerazzurra scaturirà una decisione su contratto e futuro.

Sembrava che Wesley Sneijder fosse destinato ad essere convocato per il match casalingo che l'Inter giocherà domenica contro il Palermo, almeno a giudicare dalle parole di apertura pronunciate da Andrea Stramaccioni nella conferenza stampa di vigilia, ed invece la situazione del giocatore olandese resta tuttora in sospeso, dopo tutte le polemiche seguite all'aut aut contrattuale postogli dalla società nerazzurra.

"Wes si è allenato bene come tutti gli altri, potrebbe essere tra i convocati - aveva spiegato Strama -. Sneijder al mio tavolo si siede tutti i giorni. So che fuori può sembrare una situazione difficile, ma vi assicuro che i rapporti con me sono ottimi. Non è il mio tavolo a cui deve sedersi, tra me e lui è tutto chiaro. E anche nello spogliatoio è tutto tranquillo".

Non è bastata una settimana serena, evidentemente, per cambiare le carte in tavola. Wesley Sneijder non è stato convocato neanche per Inter-Palermo. Ma sembra che comunque novità importanti siano destinate ad arrivare a breve sulla vicenda, il cui trascinarsi chiaramente non giova e nessuna delle parti in causa.

Sarebbe infatti previsto per lunedì prossimo un incontro risolutore tra il club di Massimo Moratti, più che mai deciso ad andare a fondo nella politica di taglio degli ingaggi, ed il procuratore di Sneijder, Soren Lerby, annunciato in arrivo a Milano proprio per sedersi al tavolo con Marco Branca e tracciare una linea comune per gestire la questione.

In una direzione o nell'altra, dove l'altra 'chiama' a Milano - in ipotetici scambioni - gente come Nani o Pastore...

Sullo stesso argomento