thumbnail Ciao,

C'è la strada che porta alla rescissione, così da risparmiare il super ingaggio. La soluzione più plausibile è la cessione all'Anji, nel mercato invernale o in quello estivo.

L'Inter ha cominciato a vincere senza di lui, ora lo pone davanti a un bivio. O rinnova, Wes Sneijder, o sarà addio. Riduzione dell'ingaggio e prolungamento fino al 2017? L'olandese dice no. E allora spazio agli altri, con l'arancione, che ha recuperato, tra panca e tribuna.

"La decisione tecnica e della società di non utilizzare in questo frangente il giocatore va ricondotta all'attesa di maggior serenità e di maggior chiarezza" aveva detto ieri Marco Branca. Passare dai 6 milioni ai 4 più bonus? No grazie, Sneijder resiste. E si aprono nuovi scenari.

Valore del giocatore che si abbassa, con i nerazzurri che potrebbero accettare 7 milioni a gennaio, come evidenzia 'Tuttosport'. C'è la strada che porta alla rescissione, così da risparmiare un nuovo super ingaggio. La la soluzione più plausibile è la cessione all'Anji, nel mercato invernale o in quello estivo.

Da intoccabile a, ora come ora, indesiderato. L'ultima gara di Sneijder con la maglia della Benemata, di fatto, potrebbe essere quella contro il Chievo. Nessuno ci avrebbe mai puntato su uno scellino.

"Siamo felici che l’Inter abbia reso pubblico tutto ciò che stava accadendo" è intervenuto il padre, Barry Sneijder, a 'Voetbal International'. "Noi non stiamo forzando nulla, è una situazione che va avanti da un paio di settimane.

Ora sappiamo qual è la posizione del club e decideremo di conseguenza, visto che Wesley ha ancora 2 anni e mezzo di contratto. L’augurio è di trovare presto una soluzione". Che potrebbe essere, sempre più, addio tra gennaio e giugno. Direzione Russia.

Sullo stesso argomento