thumbnail Ciao,

Le parole del presidente hanno rimesso in discussione il futuro del brasiliano: il 'Timao' spera di convincere il club di via Turati a lasciarlo tornare in Brasile

Da 'Apollo 13' al ritornello di una delle più note hit del momento, firmata Conor Maynard, fino alle mura di Milanello, riecheggia un celebre grido d'allarme: "Houston, abbiamo un problema". E quel problema per il Milan, come ammesso ieri dal presidente Silvio Berlusconi, si chiama Alexandre Pato.

Il Cavaliere, atteso oggi a Milanello per caricare la squadra in vista del big match con la Juventus, ha manifestato tutti i suoi dubbi sulla situazione dell'attaccante brasiliano, che sembra non riuscire ad uscire da un tunnel oscuro fatto di paure, infortuni, insicurezze. Dal "deve riprendersi, è un giocatore importantissimo che abbiamo sempre ritenuto incedibile" di otto giorni fa si è passati a un ben più allarmante "Pato è veramente un problema, anche per cosa fare", pronunciato ieri.

I timori di Berlusconi sono legati al fisico, alla testa ma anche al valore patrimoniale del 'Papero', svalutatosi in maniera considerevole nell'ultimo biennio. Dai 50 milioni offerti da un club spagnolo qualche anno fa si è passati ai 28 più 7 di bonus pattuiti col Psg a gennaio, cifra ritenuta inadeguata dal patron rossonero. Oggi fare una stima del valore del brasiliano è un vero enigma. E ancor più difficile è decidere cosa fare con Pato.

In Brasile continunano a insistere sulla pista-prestito per gennaio: il Corinthians sarebbe pronto a rigenerare Pato, restituendolo ai rossoneri tra sei mesi. Se ne discuterà probabilmente martedì, quando è atteso il procuratore dell'attaccante, Gilmar Veloz, negli uffici di via Turati.

Il 'Papero' sarebbe il grande colpo programmato dal 'Timao' in vista della prossima coppa Libertadores, frutto anche di un accordo milionario firmato dal club brasiliano con la banca paulista 'Caixa', che darà al Corinthians la liquidità necessaria per sostenere le spese per l'ingaggio del numero 9 rossonero.


Sullo stesso argomento