thumbnail Ciao,

L'attaccante basco, promesso sposo bianconero , non le manda più a dire al suo attuale club e sbotta: "Sono sempre stato chiaro, non mi è piaciuto come sono stato trattato".

Fernando Llorente conta i mesi che lo separano dall'addio a quella che sta divenendo ogni giorno di più la sua prigione dorata in quel di Bilbao. Sembrano lontanti i tempi in cui la banda Bielsa divertiva mezza Europa con un calcio offensivo e vincente. E la Juventus resta alla finestra.

L'attaccante basco ha parlato ieri ai microfoni di 'TeleBilbao', soffermandosi sulla proprio situazione attuale: "Adesso sto bene, lavoro tanto e sono pronto a dare il massimo in campo tutte le volte che ne avrò la possibilità".

Quindi sul futuro spiega: "Al club ho fatto presente che non mi è piaciuto come sono stato trattato. Ma io ho detto ai dirigenti che non intendevo proseguire qui. Le cose si sono contorte. Devo stare tranquillo, sto interiorizzando tutto e sto male. Io voglio comportarmi nel miglior modo possibile".

E sulle trattative estive per il proprio rinnovo di contratto rivela: "All’epoca avevo comunicato al club che non mi era piaciuto il trattamento che avevo ricevuto. E la mia volontà di non rinnovare".

La Juventus intanto osserva interessata, tra voci che parlano di un accordo già raggiunto con Llorente per il suo trasferimento a Torino nell'estate del 2013, a parametro zero, e la possibilità che l'arrivo del centravanti basco venga anticipato a gennaio, con un piccolo indennizzo economico da versare nelle casse dell'Athletic.

Sullo stesso argomento