thumbnail Ciao,

Il dirigente giallorosso ha poi parlato di Zeman: "Non è all'ultima spiaggia - ha assicurato - Il riscatto questa squadra lo avrà, e lo avrà con questo allenatore".

Da cedibile ad incedibile. E' questo il destino del centrocampista della Roma Daniele De Rossi, almeno nelle parole del Direttore generale giallorosso Franco Baldini, intervistato ai microfoni di 'Rai Sport'. Dopo averlo affermato già qualche giorno fa, prima del derby contro la Lazio, il dirigente del club capitolino ha ripetuto che la società non ha alcuna intenzione di privarsi del giocatore.

"Le mie parole riguardo al futuro di De Rossi prima del derby sono state fuoriluogo, sono stato incauto, non abbiamo alcuna intenzione di cedere un giocatore importante come Daniele e lo abbiamo anche dimostrato in estate. Lo stesso ragazzo mi ha confermato che non sono state le parole ad innervosirlo prima della partita contro la Lazio".

"Sono stato incauto, - ha proseguito - perchè come dice Sabatini, l'onestà è un vizio. In realtà ho solo risposto a una domanda, ho risposto una cosa molto semplice. Se una società riceve delle offerte deve semplicemente prenderle in considerazione e poi fare le sue scelte com'è sempre stato".

Il dirigente giallorosso ha quindi aggiunto: "Sarebbe un po' fuoriluogo e temerario dire che in questo momento è felice a Roma dopo che ha subito un espulsione nel derby e dopo una sconfitta. Ma posso comunque dire che non ci sono particolari problemi. E non dimentichiamo che dietro alla Roma c'è una società forte".

Ma il caso De Rossi non è stato l'unico argomento di cui ha parlato il dirigente giallorosso. Baldini ha anche garantito che la panchina di Zeman non è a rischio: "Zeman all'ultima spiaggia? No. - ha assicurato Baldini - il riscatto questa squadra lo avrà e lo avrà con questo allenatore. I motivi per i quali abbiamo deluso fin qui sono motivi risolvibili. Le cause? La Roma sta vivendo un momento tattico particolare: mentre in attacco abbiamo calciatori già abituati al nostro campionato, in difesa abbiamo giocatori nuovi che stanno ancora mettendo a punto alcuni aspetti tattici difensivi".

Il discorso si è poi spostato sul mercato. "Azzardato acquistare tanti giocatori nuovi in difesa? I risultati per ora dicono di si, - ha ammesso Baldini - ma il tempo non manca e sono certo che le cose miglioreranno. Spesi tanti soldi ma pochi risultati? Abbiamo investito e gli investimenti hanno un tempo di decantazione per potersi esprimere al meglio".

Quanto al presunto distacco della proprietà americana dalla squadra, il direttore generale giallorosso non è affatto d'accordo. "La proprietà c'è, ci sentiamo tutti i giorni ed è presente - ha spiegato Baldini - hanno avuto il "torto" di aver delegato le responsabilità a delle figure e di rispettare questa scelta. Stanno ancora imparando a conoscere la realtà del nostro calcio ed è per questo che si vedono o si sentono meno in questo momento".

Infine un giudizio su Mattia Destro, principale acquisto dell'estate che ha trovato delle difficoltà in questi primi mesi in giallorosso. "Io sono soddisfattissimo del ragazzo, - ha affermato - vediamo la sua voglia in allenamento e sappiamo che avrà modo e tempo di dimostrare tutto il suo valore. Ma se nel frattempo ci sono tre giocatori che stanno facendo molto bene è normale avere meno spazio, e criticarlo mi sembra ingiusto".

Sullo stesso argomento