thumbnail Ciao,

Con la conferma della difesa a tre, il centrale brasiliano del Twente è la prima scelta per gennaio. Occhi anche sull'ex Andreolli e sul giovane tedesco Kirchhoff.

La sconfitta con l'Atalanta non ha fermato soltanto il filotto di dieci vittorie consecutive dell'Inter, ma ha anche palesato la mancanza di alternative di qualità per far rendere al massimo la difesa a tre. Silvestre si è dimostrato ancora una volta inadatto, allora con l'avvento del mercato invernale la priorità nerazzurra è l'acquisto di un centrale.

Il nome in cima alla lista, secondo quanto riportato da 'Tuttosport', è quello di Douglas. Il roccioso brasiliano del Twente ha almeno tre caratteristiche che fanno al caso dell'Inter: è giovane (25 anni), ha una buonissima esperienza internazionale ed è comunitario, avendo il passaporto olandese. A tutto questo aggiungeteci che è in scadenza a giugno 2013, quindi gli olandesi potranno accordarsi per una cifra ragionevole pur di non perderlo a paramentro zero.

L'affare si può chiudere in breve tempo, anche grazie all'ottimo rapporto tra Moratti ed il presidente del Twente Jop Munsterman, con cui ha già portato a termine le trattative Arnautovic e, quest'estate, Castaignos. Non mancano, però, le alternative: si va dall'affidabile Andreolli alla scommessa Kirchhoff, centrale tedesco classe '90 del Mainz di cui si dice un gran bene. Da escludere, invece, l'ipotesi di un ritorno al Palermo di Silvestre. Con Zamparini c'è un accordo sull'obbigo di riscatto, quindi il calciatore argentino può essere considerato a tutti gli effetti un giocatore dell'Inter.

Per il futuro piace tantissimo Juan Fernando Quintero. Sul gioiellino del Pescara, però, sta per scatenarsi un'asta internazionale con il Manchester United pronto a mettere sul piatto quei 10-12 milioni che chiederebbe il presidente degli abruzzessi Sebastiani. Ecco perchè i nerazzurri, grazie all'opera di mediazione del connazionale Ivan Cordoba, stanno cercando di agire in anticipo anche sulla concorrenza italiana rappresentata da Juventus e Napoli.

Capitolo Sneijder. Che il rapporto tra l'olandese ed i nerazzurri non sia più idiliaco lo si era capito da tempo. Tra stop continui, mal di pancia, Twitter e cambi di modulo che potrebbero costringerlo alla panchina, Wes non si sente indispensabile. L'Inter gli ha proposto un rinnovo del contratto fino al 2016 con spalmatura dell'ingaggio, ma l'olandese non sembra affatto indirizzato ad accettare questa possibilità.

Moratti vuole abbassare il monte ingaggi ed adeguarsi alle nuove norme del fai play finanziario. Inoltre  chiarissimo che la squadra può vincere anche senza di lui. Tutti indizi che potrebbero portare ad una cessione di Sneijder già a gennaio, con il solito Manchester United pronto a bussare alla porta. A quel punto, però, l'Inter si muoverà con calma per trovare il suo sostituto.

L'idea più stuzzicante, come evidenzia la 'Gazzetta dello Sport', porta il nome di Christian Eriksen, stella dell'Ajax. Il giovane danese ha commentato così le voci di mercato intorno a lui: "Ho saputo di tanti club che mi stanno seguendo, ma il nome dell'Inter lo sento per la prima volta. Prendere il dieci di Sneijder? No, io non gioco con il numero dieci. Però, ovviamente, se c'è un altro club importante che mi apprezza ed è interessato a me sono contento". I lancieri chedono non meno di 20 milioni, a giugno i dicorsi potrebbero aprirsi...

Sullo stesso argomento