thumbnail Ciao,

Il centravanti del club basco, è il grande obiettivo dei bianconeri per l'attacco, ma il patron tiene duro: "Chissà che non faccia un passo indietro e si decida a restare".

La Juventus era quasi sicura di poter mettere le mani su Fernando Llorente a gennaio. Beppe Marotta aveva individuato nell'attaccante dell'Athletic Bilbao la punta ideale per il gioco di Antonio Conte, e dopo aver visto sfumare l'affare in estate, pensava di poterlo chiudere in inverno, considerato il fatto che il giocatore andrà in scadenza di contratto con il suo club. Ma il presidente dei baschi, Josu Urrutia, è irremovibile sulle sue posizioni.

"Llorente a gennaio non si muoverà. - ha garantito in conferenza stampa da Madrid - Abbiamo preso una decisione a inizio stagione sulla base di vari aspetti, economici, sportivi e filosofici. l'Athletic è più forte e competitivo con Fernando, e chissà che magari non faccia un passo indietro e decida che rimanere qui sia la sua reale aspirazione".

Con queste parole il presidente dell'Athletic ha voluto spazzar via tutte le voci che in maniera sempre più insistente circolavano sul probabile approdo in bianconero dell'attaccante. "Ho letto e sentito delle cose sul suo futuro che non so se siano vere - ha tuonato Urrutia - Per rimanere ancora con noi deve capire che l'Athletic è la sua prima opzione, non so se sarà così e non ci sono novità in questo senso”.

Il discorso di Urrutia si è poi spostato sul tecnico Marcelo Bielsa, criticato da alcuni perché la squadra si trova soltanto in dodicesima posizione nella Liga spagnola, dopo aver fatto molto bene l'anno scorso. "Marcelo Bielsa non ha perso la sua credibilità - ha affermato - la squadra ha in questo momento gli stessi punti della scorsa stagione, quando abbiamo fatto un buon campionato".

Sabato l'Athletic sfiderà il Real, ma Urrutia si è detto fiducioso sulle possibilità di successo della sua squadra, reduce da due vittorie consecutive dopo le difficoltà di inizio stagione. "La squadra ha avuto dei problemi a inizio anno - ha ammesso Urrutia - che vanno dalla partenza di Javi Martinez agli infortuni di alcuni titolari, all'arrivo di nuovi elementi dal mercato. Ora però la squadra si è compattata".

Sullo stesso argomento