thumbnail Ciao,

I nerazzurri pensano al ventenne danese dell'Ajax come potenziale erede di Wes, che non vuole ridursi l'ingaggio. In difesa occhi puntati su Yanga-Mbiwa e Lisandro Lopez.

L'Inter è alle prese col nodo Sneijder. I rapporti tra il club e l'olandese non sembrano essere idilliaci, a maggior ragione dopo il 'caso Twitter', col giocatore multato per aver 'cinguettato' senza permesso. Mentre permangono dubbi sulle sue condizioni fisiche. Un Wes al top può far fare il salto di qualità, ma è una tesi che ad Appiano non trova tutti d'accordo. Domani, intanto, si saprà se farà parte o meno dei convocati per il Cagliari.

La posizione di Sneijder in casa nerazzurra, come si vede, rimane tutt'altro che salda. Dovesse arrivare una grande offerta, è probabile che Moratti non ci pensi due volte. Negli ultimi tempi si era parlato della pista Anzhi, che però è stata smentita dall'agente del trequartista. La società ha proposto al suo discusso gioiello un prolungamento annuale del contratto (dal 2015 al 2016) con tanto di ingaggio spalmato: non più 6 milioni netti più bonus, bensì 4. Un'idea che al diretto interessato non piace per nulla.

Tanto che l'Inter, giusto per non farsi trovare impreparata, sta già pensando al suo potenziale erede, probabilmente per giugno. Il preferito, secondo la 'Gazzetta dello Sport', sarebbe Christian Eriksen, ventenne trequartista danese dell'Ajax, seguito dal ds Ausilio in occasione del recente match dell'Etihad contro il Manchester City. Costa tra i 10 e i 15 milioni e sarebbe disponibile a provare un'esperienza all'estero, come testimoniato dalle sue ultime dichiarazioni sul tema.

Ma Moratti non va pazzo soltanto per i talenti danesi. Anche due tedeschi sono finiti sotto la sua lente di ingrandimento, ovvero il terzino destro Sebastian Jung e l'esterno offensivo Julian Draxler, monitorati dal vivo dagli emissari nerazzurri nell'amichevole di ieri sera, giocata ad Amsterdam, tra Olanda e Germania. Il primo, sfruttando una speciale clausola, potrebbe essere preso per soli 2,5 milioni, anche se il suo club, l'Eintracht, sta pensando ad un nuovo contratto senza clausole. Per il secondo, invece, servirebbero ben 12 milioni, un investimento importante per un 19enne.

Programmi per l'estate, ad ogni modo. Quelli per gennaio, invece, vedono in prima fila l'acquisto di un difensore centrale. Secondo il 'Corriere dello Sport', l'Inter sta pensando a Yanga-Mbiwa e Lisandro Lopez, paragonato in Argentina al nerazzurro Samuel e fresco di status da comunitario: per entrambi si profila un derby di mercato col Milan.

Sullo stesso argomento