thumbnail Ciao,

Donato Di Campli, procuratore del giovane centrocampista, applaude il suo assistito: "Sta succedendo tutto velocemente, ma è tutto meritato. La pressione scivola addosso".

Non ha mai giocato in Serie A, ma le tre big, in tempi diversi, avrebbero potuto portare Marco Verratti tra le proprie fila. L'ultima in ordine di tempo è stata la Juventus, con l'Inter che ci provò qualche anno fa. Il Milan, invece, ci andò vicinissimo.

"Al Milan potevano prenderlo quando giocava nelle giovanili. Il Pescara lo aveva già venduto ai rossoneri, ma Marco preferì restare a casa" confessa l'agente del centrocampista azzurro, Donato Di Campli, ai microfoni di 'Sky Sport'.

Grazie al progetto PSG (milioni e tanti nuovi giocatori), Verratti è volato a Parigi: "La condizione per lasciare Pescara era trovare una squadra che credesse in lui. Il Psg lo ha fatto e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Non sente la pressione, si lascia scivolare tutto addosso".

Idolo nella capitale transalpina, il classe 1992 non sembra voler fermare la sua ascesa: "Sta succedendo tutto velocemente, ma è tutto meritato" ha continuato il procuratore del centrocampista. "La maglia della nazionale lo ripaga di tanti sacrifici".

Sullo stesso argomento