thumbnail Ciao,

L'ex ministro è un tifoso rossonero sfegatato, e secondo lui l'uomo giusto il Diavolo già lo ha in casa... Intanto si dovrà accontentare della 'visita pastorale' a Milanello.

Giornali scatenati Oltremanica sul futuro di Pep Guardiola, sul quale ci sono fortissime Chelsea e Manchester City, ma anche il Milan, che da tempo ha individuato nell'ex allenatore del Barcellona l'uomo giusto su cui costruire un nuovo progetto a partire dalla prossima stagione.

Addirittura, secondo fonti inglesi, il club rossonero starebbe pressando il tecnico catalano per convincerlo ad interrompere l'anno sabbatico ed accettare in corsa, già a gennaio, la panchina attualmente occupata dal traballante Allegri. Ma a quanto sembra, il buon Pep non ne vuole sapere di impegnarsi prima del prossimo giugno ed avrebbe risposto picche.

Chi avrebbe la risposta giusta alle angustie tecniche del Milan è l'ex ministro Roberto Maroni, che lancia un accorato appello a Silvio Berlusconi, appena tornato dalla vacanza in Kenya e pronto a prendersi di nuovo cura della sua adorata creatura: "Presidente, vada in panchina del Milan e faccia il suo dovere, faccia rinascere il sogno che ci ha accompagnato in tutti questi anni!".

Per ora 'Bobo' dovrà accontentarsi dei colloqui individuali che Berlusconi avrà venerdì a Milanello con tutti i componenti della rosa, a scopo motivazionale...

Sullo stesso argomento