thumbnail Ciao,

L'a.d. Pietro Lo Monaco è al lavoro per prendere un regista dai piedi buoni e un esterno sinistro difensivo. Il brasiliano è fuori rosa nella Lazio, il rossazzurro va in scadenza.

Ritrovata un po' di serenità con l'arrivo del tecnico Gasperini e con l'esplosione dell'argentino Dybala, il Palermo pensa a rinforzarsi sul mercato invernale, per poter fare una grande seconda parte di stagione.

L'amministratore delegato Pietro Lo Monaco, secondo quanto riferisce stamane 'Il Corriere dello Sport', è già al lavoro per una serie di operazioni, la più importante delle quali è rappresentata dal possibile approdo rosanero del brasiliano Francelino Matuzalem, attualmente fuori rosa nella Lazio.

I biancocelesti non vedono l'ora di privarsene, e se dovesse arrivare un'offerta congrua il giocatore potrebbe sbarcare in Sicilia. Del resto ai rosanero serve come il pane un centrocampista dai piedi buoni, anche considerato l'arretramento a libero di Massimo Donati.

I biancocelesti chiedono per il giocatore 2 milioni di euro. Un problema potrebbe essere rappresentato dall'ingaggio, che supera il milione di euro annui, ma una buona soluzione sarebbe rappresentata dalla spalmatura in più anni.

Ma Matuzalem non è l'unica operazione cui Lo Monaco sta lavorando. Mentre i tifosi fremono all'avvicinarsi del derby contro il Catania, tra rosanero e rossazzurri potrebbe ripetersi un'operazione di mercato, sulla falsariga di quanto accaduto in estate con Silvestre, anche se allora la trattativa fu condotta da Giorgio Perinetti.

L'affare potrebbe concretizzarsi, considerato il fatto che il contratto dell'esterno sinistro scadrà il prossimo giugno. Inoltre Lo Monaco fu quello che nel 2009, da dirigente rossazzurro, portò Marchese dal Chievo al Catania.

L'alternativa è rappresentata dal rossonero Mesbah, che continua ad essere monitorato, ma si fanno anche i nomi dello svizzero Stevan Zuber del Grasshoppers e di Andrea Dossena del Napoli. In attacco, invece, l'esplosione di Dybala, che ieri Gasperini ha chiarito considerare l'alternativa a Miccoli, e non il possibile partner, potrebbe precludere l'arrivo di un altro attaccante, anche se resta viva la pista Rolando Bianchi con il Torino.

Sullo stesso argomento