thumbnail Ciao,

Il direttore sportivo dell'Udinese ha voluto tranquillizzare la Lazio riguardo al futuro del centrocampista che tanto bene sta facendo in biancoceleste.

Dopo un periodo iniziale in cui i tifosi biancocelesti non nutrivano grande fiducia in lui, Antonio Candreva è ora diventato uno dei pilastri della Lazio. Anche nel derby con la Roma vinto dai biancocelesti domenica scorsa, Candreva è andato a segno, a coronamento di un'ottima prestazione. Inevitabile che ora il trequartista in forza alla Lazio, ma ancora interamente di proprietà dell'Udinese, come precisa il direttore sportivo bianconero Fabrizio Larini, diventi possibile obiettivo di mercato di altre big.

L'Udinese, comunque, tranquillizza i biancocelesti... "La situazione di Candreva è chiara - ha detto il ds bianconero ai microfoni di 'Radiosei' - E' ancora totalmente di nostra proprietà e la Lazio si sta avvalendo delle sue prestazione in prestito. Durante l'estate abbiamo discusso con i biancocelesti la possibilità di un riscatto della metà del calciatore per 1,7 milioni di euro, ma alla fine la Lazio ci ha chiesto di posticipare l'operazione di un anno".

"E' un diritto di riscatto che può essere esercitato in qualsiasi momento - ha detto ancora Larini - La data limite è il 20 giugno, quando tutte le comproprietà verranno risolte. Comunque, anche se dovessero esserci interessamenti di altri club, la Lazio può stare tranquilla, perché dal momento in cui la metà del cartellino verrà riscattata dovrà trascorrere un altro anno per discutere la risoluzione della compartecipazione".

Sullo stesso argomento