thumbnail Ciao,

L'ad rosanero promette rinforzi ed elogia la prova offerta dai suoi nell'anticipo di Marassi di sabato scorso. E' un Palermo che fa finalmente ben sperare per il futuro...

Quattro punti nelle ultime due gare. Il Palermo si è rimesso in marcia, per la gioia dei tifosi e del nuovo amministratore delegato Pietro Lo Monaco. Il dirigente rosanero, apparso soddisfatto per il pari di Genova di sabato scorso, ha promesso alla piazza una squadra sempre più forte e attrezzata.

"I nomi per il calciomercato di gennaio sono nella mia testa, non sui giornali - ha spiegato al 'Giornale di Sicilia' - Non verrà lasciato nulla d'intentato, il Palermo diventerà più competitivo".

L'accoglienza riservatagli dal tifo rossoblù, che ha avuto poco tempo per conoscerlo, è stata positiva: "Si sono ricordati anche di me (oltre che dell'altro ex Gasperini, ndr), ne sono onorato. Per mezzora a Genova il Palermo è stato padrone del campo e ha giocato con autorità anche su un campo difficile come quello di Marassi".

Promossa, dunque, la squadra, anche se con qualche riserva: "Forse è mancata un po' di cattiveria, il colpo del ko. E penso all'occasione di Ilicic a fine primo tempo". Ora, però, aggiunge, "contro il Palermo sarà dura per chiunque. Se il Cagliari vince in casa del Toro, vuol dire che anche il Palermo può battere qualunque avversaria. Il successo dei rossoblù è un risultato che può sorprendere, ma testimonia l'incredibile livellamento del campionato".

Non manca, infine, un giudizio sui singoli, a partire da Ujkani: "E' un signor portiere che ha bisogno solo di serenità. Ha giocato bene, ha la fiducia di tutti. Un giudizio su Giorgi, Morganella e Garcia? Se si applicano e danno tutto, come contro il Genoa, si ritaglieranno uno spazio importante. Poi aspettiamo altri giovani importanti, a cominciare da Hernandez e Dybala che si proporranno all'attenzione di Gasperini e troveranno spazio".

Sullo stesso argomento