thumbnail Ciao,

Il dirigente bianconero ha parlato prima della sfida contro la Fiorentina: "Caso Berbatov? Tutto è stato ingigantito, noi non abbiamo fatto niente di scorretto".

Ha parlato prima della sentita, sentitissima gara contro la Fiorentina, Beppe Marotta, uomo-mercato della Juventus e dirigente maximo che ha permesso ai bianconeri di tornare a primeggiare in Italia, conquistando così la Champions.

Un clima degli ultimi giorni incandescente: "C'è un sano campanilismo in questo match, ma francamente i toni sono stati esasperati sotto certi aspetti. Mi sembra uno spot negativo quanto fatto per la questione Conte in tribuna. Vanno abbassati i toni, non significa che la squadra non ci metterà impegno, anzi ce ne metterà ancora di più. Però sull'aspetto sicurezza si è esagerato".

Si continua a parlare di Dimitar Berbatov, Marotta non ha incontrato Della Valle nel post: "No, e comunque è un caso che non è un caso. Il tutto è stato ingigantito, noi non abbiamo fatto niente di scorretto, anzi abbiamo fatto tutto con grande rispetto. Ci sono state motivazioni capziose in alcune dichiarazioni di queste settimane che non dipendono da noi ma altri. Sono state menzionate questioni fuori luogo".

Per tutta l'estate si è rincorsa la voce sul possibile acquisto di Jovetic da parte di Madama: "Posso dire che guardiamo con attenzione ai bravi giocatori. E un fatto positivo è che abbiamo ricevuto consensi dal giocatore e dall'entourage, ma parlare d'oltre è inutile".

Sullo stesso argomento