thumbnail Ciao,

Il dg giallorosso ha spiegato: "Il gioco di Zdenek ci ha sempre affascinato. Non esiste nessun problema tra noi e lui. Le sue idee sono in gran parte condivisibili".

Per la Roma, dopo il ko interno di domenica contro il Bologna, è tempo di riflessioni. Ai microfoni di ‘Sky Sport’ è tornato a parlare quest’oggi il direttore generale giallorosso Franco Baldini, che ha confermato di non essere pentito di aver scelto Zeman come allenatore della squadra.

“Ci voleva un uomo che ci accontentasse nel desiderio di fare un calcio propositivo. Vogliamo modificare la storia del calcio che vede vincenti le squadre ciniche, il suo gioco ci ha sempre affascinato. – ha spiegato – Vogliamo un allenatore che vinca, non che accontenti la gente”.

Baldini ha quindi smentito le voci su presunti dissapori fra l’allenatore boemo e la società capitolina. “Si è vociferato di un problema fra noi e il mister, – ha detto il dirigente – cosa che non esiste. Nella stragrande maggioranza le idee di Zeman sono piuttosto condivisibili”.

“Quando abbiamo preso Zeman – ha voluto precisare Baldini – sapevamo che andavamo a prendere questo tipo di personaggio. Tanti nemici? Li avete cercati voi. Zdenek è un tipo che regge le pressioni ambientali”.

Non è mancato un riferimento al calciomercato. "De Rossi? Resterà a vita con la Roma, abbiamo rifiutato diverse offerte per più di 100 milioni per i nostri calciatori, non solo per De Rossi".

Infine un saluto a Luis Enrique, sulla panchina giallorossa nella scorsa stagione. “Mando un saluto al tecnico spagnolo, – ha concluso il dg – che anche da novellino è riuscito a insegnarci un bel po’ di cose, a me in particolare”.

Sullo stesso argomento