thumbnail Ciao,

Il difensore argentino non solo ha fatto ritorno in patria, ma è anche subito sceso in campo con la sua vecchia (o attuale... ) squadra: sarà materia di studio per i legali Fifa...

Sembra ormai inevitabile l'approdo del 'caso Velazquez' davanti agli uffici legali della Fifa, per dirimere la vicenda del trasferimento non perfezionato del difensore argentino dall'Independiente al Genoa.

Il club rossoblù aveva acquistato il giocatore il 12 luglio scorso per una cifra intorno ai 3,5 milioni di euro, denaro che tuttavia non sarebbe stato versato - relativamente alla prima tranche - nei modi e tempi concordati, almeno a dire del club di Avellaneda. Con la conseguenza che a quel punto sarebbe scattata automaticamente la clausola di rescissione.

Una ricostruzione seccamente smentita dal Genoa per bocca del presidente Preziosi, che ribadisce per l'ennesima volta: "Arriverà il transfer e tutto si risolverà. Velazquez è del Genoa, in senso definitivo".

Ma intanto, il giocatore - tornato in patria per riabbracciare la sua vecchia (o attuale...) squadra - è subito sceso in campo nel campionato argentino, venendo schierato dall'Independiente nel match pareggiato per 1-1 col Quilmes.

Certamente non un passo avanti nella strada che il Genoa deve ora percorrere per riportare in Europa il ragazzo, le cui dichiarazioni peraltro sembrano ormai aver chiuso definitivamente la pagina con il Grifone: "Ero molto confuso, ho deciso di chiedere aiuto alla mia famiglia, a chi mi sta vicino e al mio agente. Alla fine, quel che volevo con tutte le mie forze era tornare in Argentina. Il sogno di chiunque è l'Europa ma quando le cose non vanno non c'è da disperarsi. Mi sarebbe piaciuto che le cose fossero andate meglio, per l'Independiente che prendeva tanti soldi e per me che potevo crescere professionalmente. Purtroppo non è andata così. Ora sono a casa mia, dove sono cresciuto, la gente mi ama e posso dare il meglio di me...".

Sullo stesso argomento