thumbnail Ciao,

Douglas Costa, Centurion e Cirigliano: questi i talenti sudamericani tenuti sott'occhio dal ds Bigon. Intanto l'agronomo Castelli sta cercando di rimettere in sesto il campo...

"Per noi il mercato è aperto 365 giorni all'anno". Parole e musica, qualche tempo fa, di Riccardo Bigon, ds del Napoli. Effettivamente, anche a sessione estiva appena finita, gli azzurri stanno continuando a sondare mezzo mondo, alla ricerca dei talenti di prospettiva che tanto piacciono al presidente De Laurentiis.

Tra quelli sotto osservazione, il più affermato è indubbiamente Douglas Costa. Il brasiliano dello Shakhtar piace tantissimo, e non è da escludere un prossimo assalto da parte del Napoli, che lo ritiene elemento ideale per rafforzare la trequarti.

Resistono, inoltre, le candidature degli argentini Cirigliano e Centurion, considerati rispettivamente il 'nuovo Mascherano' e il 'nuovo Di Maria'. Soprattutto per il secondo i partenopei vorrebbero chiudere l'affare entro gennaio, anche con la promessa di lasciare il ragazzo in patria per qualche altro mese.

Intanto in casa azzurra tiene banco il tema San Paolo. Il nuovo agronomo Giovanni Castelli è al lavoro da lunedì per curare il terreno di gioco, apparso in condizioni indecenti nell'ultima gara di campionato. Il patron De Laurentiis ha voluto rassicurare Lega e Figc sull'agibilità del campo in vista del prossimo match con il Parma.

Di questo, e non solo, si è parlato ieri in un incontro, non programmato, tra lui e Abete, un modo, forse, per 'far pace' dopo le polemiche di Pechino. A ridurre in quello stato il terreno del San Paolo, a quanto pare, sarebbero stati l'eccessiva umidità, problemi di drenaggio e le troppe partite di agosto.

Castelli ha ordinato la rizollatura delle due aree e martedì effettuerà un sopralluogo per verificare il decorso delle operazioni. "La cura sta dando buoni risultati - le sue parole, riportate da 'TuttoSport' - poi decideremo sul da farsi martedì. Dovremo tamponare la situazione da qui a fine campionato, poi si potrà scegliere l’erba naturale che abbia maggiore capacità di resistere oppure un misto naturale sintetico".

Sullo stesso argomento