thumbnail Ciao,

L'Athletic può decidere di cedere il bomber (col contratto in scadenza a giugno 2013) in inverno, per evitare di perderlo a parametro zero. Ma occhio al Barcellona.

Fernando Llorente è un uomo in gabbia. Ma lo sarà ancora per poco, a quanto pare. La Juventus lo attende, gli manda messaggi d'amore, gli strizza l'occhiolino anche se lui, al momento, è impegnato con un'altra squadra. Da gennaio potrebbe averlo. Perché quel contratto in scadenza a giugno 2013, per l'Athletic Bilbao è una mezza condanna.

Accettare di cedere il giocatore a gennaio per una cifra (molto) inferiore a quella prevista nella clausola rescissoria, 36 milioni, e sbandierata finora ad ogni acquirente presentatosi alla porta biancorossa, o perderlo senza vedere nemmeno un euro: eccolo, il dilemma che attanaglia Josu Urrutia, numero uno del club basco. Ed è proprio questo, secondo il 'Corriere dello Sport', il tasto su cui la Juve vuole insistere.

Anche perché Llorente "non vuole firmare. E credo che la situazione sia definitiva. Il rinnovo non dipende da noi", come ha affermato lo stesso presidente dell'Athletic. Da gennaio l'attaccante sarà libero di firmare un pre-accordo con un altro club per l'estate che verrà, senza alcun ritorno economico per la società biancorossa. Se invece Urrutia si ammorbidirà, qualcosa porterà a casa.

Certo, si tratterà di una cifra nemmeno avvicinabile ai 18 milioni di euro offerti dalla Juve e rifiutati dall'Athletic. Ma è sempre meglio di nulla. Questa è la speranza di Marotta, che deve fare attenzione a una possibile concorrenza del Barcellona e, sempre secondo il 'Corriere', potrebbe non aver abbandonato la pista Drogba: il futuro in Cina dell'ivoriano è sempre incerto, ma su di lui anche il Liverpool starebbe facendo un pensiero.

Sullo stesso argomento