thumbnail Ciao,

Il Ct danese promuove la scelta del suo ariete: "Una scelta fantastica, un grande cambiamento. Aveva bisogno di nuove motivazioni. Certo, non è stata la loro prima scelta...".

La suggestione di vedere Nicklas Bendtner con la gloriosa maglia numero 10 appena svestita da Alex Del Piero è durata pochissimo, il tempo che la Juventus mettesse in chiaro col danese che non se ne parlava proprio. Ma al bomber ex Arsenal evidentemente non difetta la personalità, visto che ha comunque scelto di indossare una maglia 'pesante' agli occhi di tutti i tifosi bianconeri, ovvero la 17 che fu di David Trezeguet.

Ancora indietro con la condizione, il 24enne ariete di Copenaghen sfrutterà la sosta - e la relativa impossibilità di essere convocato in Nazionale, a causa della squalifica per le mutande 'sponsorizzate' - per cercare di mettersi al passo dei compagni dal punto di vista atletico.

Quanto al resto, in casa della Vecchia Signora hanno già apprezzato parecchio il fatto che Bendtner, come spiega 'TuttoSport', si sia dimezzato l'ingaggio (1,5 milioni circa) pur di venire alla Juve e abbia accettato di rimettersi in gioco da quel punto di vista con l'inserimento nel contratto di bonus assolutamente non 'scontati' per presenze e reti, a botte di 500mila euro.

Il suo trasferimento in bianconero viene anche 'benedetto' dal Ct danese Morten Olsen, che non nasconde la sua soddisfazione: "Una scelta fantastica, un grande cambiamento. Aveva bisogno di nuove motivazioni, era stato abbastanza in Premier. So che non è stato la loro prima scelta: dovrà adattarsi all'ambiente e al gioco, dimostrare di essere all'altezza. La Juve è tra le big d'Europa. Aspetto risposte...".

Sullo stesso argomento