thumbnail Ciao,

L'uruguaiano non ha preso affatto bene lo stop alla trattativa col Southampton da parte del club rossoblù: durissimo faccia a faccia a Casteldebole col presidente felsineo.

Nel togliere definitivamente dal mercato Gaston Ramirez, stoppando la trattativa col Southampton che pure sembrava avanzatissima, Albano Guaraldi ha spiegato di aver fatto un favore anche al ragazzo.

"La mia è un'impressione fondata su quello che ho visto e sentito - le parole del presidente del Bologna - chiudendo questo discorso penso di aver fatto un favore a Ramirez. Siamo poi sicuri che gli avrebbero davvero dato quei soldi? Anche a noi di milioni ne hanno promessi 13,5, ma eravamo certi di vederne soltanto 8...".

Evidentemente, però, il fantasista uruguaiano non ha apprezzato il 'favore', visto che la 'Gazzetta dello Sport' riferisce di un durissimo faccia a faccia tra il giocatore e Guaraldi, andato in scena giovedì a Casteldebole. Ramirez avrebbe voluto addirittura disertare l'allenamento, soltanto i suoi agenti l'hanno convinto a non farlo.

A Verona per l'esordio domenica non ci sarà, ci pensa allora il neo capitano Diamanti, fresco di rinnovo fino al 2017 ("abbiamo firmato in 5 minuti perché volevamo entrambi la stessa cosa"), a gettare acqua sul fuoco: "Gaston non ha il mal di pancia ma è frastornato; in Inghilterra guadagnerebbe molto di più, ma appena sarà fuori dal mercato tornerà subito il giocatore che conosciamo".

Il nazionale azzurro ha un entusiasmo debordante, con annesse responsabilità derivanti dalla fascia ereditata dallo squalificato Portanova: "Sembriamo 20 tifosi che giocano in maglia rossoblù. E' un gruppo spettacolare e invito i bolognesi a esserne entusiasti. Mi fa molto piacere indossare la fascia e spero di farlo il più a lungo possibile. L'ho già avuta a Livorno, a Prato e anche qualche partita al West Ham, ma solo perché stavano tutti male..."

Dalle pagine della 'rosea', Diamanti parla anche di azzurro: "Non mi sento un punto fermo della Nazionale ma sono felice che Prandelli mi conosca bene come giocatore e come uomo; prima degli Europei ero un oggetto misterioso mentre ora tutti sanno che posso giocare in 8 ruoli...".

Sullo stesso argomento