thumbnail Ciao,

Parla l'agente dell'ala biancoceleste, ai margini del progetto Petkovic: "La parentesi alla Lazio non è stata fortunata, ma lui è un giocatore da doppia cifra...".

Non è a Roma il futuro di Emiliano Alfaro, ala della Lazio. L'uruguagio, arrivato in biancoceleste a gennaio 2012, qualche tempo dopo la bella prestazione contro l'Italia di Prandelli, non rientra nel progetto Petkovic: resterà in Italia, con diverse squadre sulle sue tracce.

"La parentesi alla Lazio non è stata fortunata, ma lui è un giocatore da doppia cifra come ha sempre dimostrato" riferisce l'agente Vincenzo D'Ippolito a Radio Radio. "Se troverà una squadra che gli darà fiducia tornerà a segnare come prima".

Sul sudamericano c'è il Chievo, ma non solo: "C'è un interesse da parte dei clivensi, ma anche altri club si sono avvicinati a lui. Vediamo cosa succederà fino alla fine del mercato". Nelle ultime settimane si è parlato anche di Siena, ma la favorita rimane il Torino.

'El Picaro', classe 1988, ha militato nel Liverpool di Montevideo e nel San Lorenzo: bomber da doppia cifra solo a fasi alterne, ha nella corsa e nel movimento le sua armi in più. Armi che di fatto, nei prossimi giorni, verranno utilizzate da qualcun'altro.

Sullo stesso argomento