thumbnail Ciao,

L'attaccante spagnolo è ai ferri corti con l'intero ambiente Athletic e vuole solo i bianconeri, intanto il padre del bosniaco in forza al City sonda il terreno con 'Madama'.

La 'telenovela' sul 'top player' pare essere giunta a un bivio: la Juventus, dopo aver visto sfumare Van Persie, dovrà scegliere quale strada prendere tra Fernando Llorente ed Edin Dzeko. Il primo è ai ferri corti con l'intero ambiente a Bilbao e si avvicina, mentre il padre del bosniaco sonda il terreno con la 'Vecchia Signora'.

L'attaccante spagnolo, come detto, ha definitivamente rotto con l'Athletic: non vuole rinnovare e i tifosi lo accusano di essere un 'traditore' (è stato fischiato sia nella partita contro lo Slaven di Europa League). La società basca dovrà decidere se cederlo alle sue condizioni oppure spedirlo in tribuna fino a gennaio. Llorente parlerà del suo futuro in una conferenza stampa 'ad hoc', ma con l'Arsenal che si è chiamato fuori dalla corsa, la Juve rappresenta la pista più calda.

Capitolo Dzeko. Se il Bilbao dovesse sparare alto per Llorente (soprattutto in caso di cessione per 40 milioni dell'altro gioiello Javi Martinez), allora tornerebbe in auge il bomber bosniaco del Manchester City. Che qualcosa bolle, come rivela 'Tuttosport', lo testimonia una telefonata del padre di Dzeko a un interlocutore italiano per avere informazioni sulla Juventus.

Gli altri due nomi da tener d'occhio, seppur di minor richiamo, sono quelli di Dimitar Berbatov e Giampaolo Pazzini: lo United può cedere il bulgaro dopo aver preso Van Persie, mentre per l'ormai 'esubero' dell'Inter la strada che porta alla Torino bianconera pare essere spianata.

Sullo stesso argomento