thumbnail Ciao,

L'allenatore del Catania ha commentato le recenti prestazioni dei suoi nelle amichevoli, mostrando inoltre piena fiducia riguardo l'operato della società sul mercato.

Il Catania resta in bilico tra il mercato in entrata e quello in uscita: se da una parte c'è il 'Papu' Gomez corteggiato da mezza Serie A, dall'altra l'allenatore Rolando Maran attende nuovi rinforzi. Nel frattempo lo stesso allenatore rossazzurro ha fatto il punto della situazione sulla condizione dei suoi in vista del primo impegno ufficiale della stagione.

Come riferisce il 'Corriere dello Sport', Maran ha commentato la decisione della società di intervenire sul mercato, in particolar modo nel reparto difensivo: "La società sa cosa fare. Io so che in questo momento, causa alcuni infortuni, ho dovuto giostrare più o meno sempre gli stessi uomini".

Il prossimo week end il Catania sarà impegnato nel turno di Coppa Italia contro il Sassuolo e l'allenatore del club siciliano ha fatto il punto della situazione dopo l'amichevole persa contro il Thun: "Perdere non fa mai piacere però è anche vero che non sono queste le vittorie che bisogna conquistare. Non mi sono esaltato dopo la vittoria ottenuta sul Chievo, non mi sono depresso dopo la sconfitta con il Thun, che fra l’altro ha giocato in Svizzera più di una partita di campionato. Certo, dobbiamo stare più attenti, dobbiamo essere più decisi, ma rispetto all’ultima amichevole, quella pareggiata a Reggio Calabria proprio contro la Reggina, abbiamo fatto importanti passi avanti".

Poi un commento sul nuovo arrivato Castro e su Biagianti, entrambi sembrati già in ottima condizione: "Castro deve imparare ad essere più concreto. dobbiamo dare il tempo necessario per calarsi in questa nuova realtà. Argentina e Italia sono due mondi diversi: non carichiamolo di responsabilità. Biagianti doveva trovare il campo e riprendere confidenza con il gioco. Non è ancora pronto, ma conto molto su di lui. Sapete meglio di me quel che può dare".

Sullo stesso argomento