thumbnail Ciao,

Intanto i rossoneri stanno per mettere le mani sul 'nuovo Henry', il promettentissimo attaccante classe '94 del Caen M’Baye Niang: "Milanello è un ambiente maginifico...".

Fino ad ora c'era solo la supposizione su quanto accaduto nello scorcio finale dell'ultima stagione, ora arriva la conferma direttamente dalle parole del protagonista, Alberto Aquilani, che svela il retroscena sul mancato riscatto del suo cartellino da parte del Milan.

"Se mi sono sentito scaricato? Credo sappiate tutti come sia andata la faccenda - racconta il nuovo giocatore della Fiorentina durante la sua conferenza stampa di presentazione - sarei rimasto a Milano se avessi messo insieme 25 partite, dopo 22 presenze mi è stato detto che non avrei più giocato... Me lo hanno annunciato un mese prima e ho apprezzato la correttezza, mi hanno spiegato che non c'erano le condizioni economiche, e preferivano non spendere quei soldi. Anche l'anno prima avevo un prezzo per il riscatto altissimo, che la Juventus preferì non esercitare. E' normale, il mercato è cambiato e il Liverpool chiedeva sempre troppi soldi...".

Da un affare sfumato ad un altro che invece potrebbe a breve concretizzarsi per il club rossonero: secondo il 'Corriere dello Sport', infatti, il Milan starebbe per concludere - questione di giorni - l'acquisto del 18enne M'Baye Niang, attaccante francese di origini senegalesi del Caen, che Oltralpe già hanno accostato a Thierry Henry per caratteristiche: tecnica in velocità e potenza accoppiata ad agilità.

Come confessato dallo stesso ragazzo all'Equipe, Niang è stato ospite a Milanello: "E' un ambiente magnifico e il Milan è una squadra che mi interessa veramente". Per Galliani ora si tratta di limare il prezzo di 5 milioni chiesto dal Caen (ritenuto eccessivo con i tempi che corrono) e di tenere a bada la concorrenza di Manchester City e soprattutto Arsenal, visto che il ragazzo si è già allenato con i 'Gunners' e a Wenger piace molto.

Sullo stesso argomento