thumbnail Ciao,

L'attaccante viola sarebbe ben contento di ritrovare il suo vecchio maestro ai tempi del Pisa. Si potrebbe profilare uno scambio con Bianchi ma a Firenze si preferisce Ogbonna.

Alessio Cerci e Rolando Bianchi. Due nomi e due destini molto diversi ma che, in qualche modo, si potrebbe incrociare. Il primo viene da una stagione in chiaroscura con la Fiorentina, il secondo è una delle bandiere indiscusse del Torino.

Cerci, che piano piano si sta riconquistando la fiducia dell'ambiente viola, è nelle mira proprio del 'Toro' dove ritroverebbe il suo mentore Giampiero Ventura con cui ha passato a Pisa la stagione migliore della sua travagliata carriera: "O resto a Firenze o vado da Ventura", ha ripetuto spesso. E proprio qui il suo destino si incontrerebbe con quello dell'attaccante.

I granata, infatti, come si legge su 'TuttoSport', hanno messo il ragazzo di Valmontone al centro del loro mercato e, pur di arrivarci, sarebbero pronti a lasciar partire Bianchi verso Firenze, dove Vincenzo Montella sarebbe contento di accoglierlo.

Ma la Fiorentina non è così sicura dello scambio. Se sul piatto ci fossero solo contanti (8 milioni valutavano Cerci qualche tempo fa, adesso c'è chi giura che per la metà l'operazione potrebbe ugualmente andare in porto) la trattativa non farebbe fatica a decollare, ancor meglio se venisse inserito il nome di Angelo Ogbonna. Ma in questo caso sarebbero i Della Valle ha dover fare un notevole sacrificio economico, visto che Urbano Cairo valuta il nazionale azzurro non meno di 20 milioni.

Nel caso in cui l'accordo non venisse trovato, per Rolando Bianchi si potrebbero aprire ulteriori scenari. Mazzarri lo vuole a Napoli come vice-Cavani, il Blackburn gli garantirebbe, invece, un ruolo da protagonista. Chi al suo posto? Gira con insistenza il nome di Nicola Pozzi della Sampdoria mentre non è da escludere il possibile approdo di Valeri Bojinov che lo Sporting Lisbona darebbe via anche in prestito gratuito. Ma per adesso sono solo tutte ipotesi.

Sullo stesso argomento