thumbnail Ciao,
Italiano e non troppo giovane: è questo l'identikit del difensore che cerca la Juve. Astori è la prima scelta, Bocchetti e Andreolli le alternative, ma resta viva la pista Bruno Alves

Italiano e non troppo giovane: è questo l'identikit del difensore che cerca la Juve. Astori è la prima scelta, Bocchetti e Andreolli le alternative, ma resta viva la pista Bruno Alves

Getty Images

ESCLUSIVA - In attesa di conoscere il futuro di Bonucci, la Juventus si muove in cerca di un nuovo difensore: piace Astori, in alternativa Bocchetti, Andreolli e Bruno Alves.

In attesa di sviluppi sulla vicenda Bonucci, la Juventus sta incominciando a valutare una serie di opportunità per sostituire, qualora ce ne fosse bisogno, il difensore viterbese. In quest’ottica, tra i vari nomi esistenti nella lista della spesa del d.g. juventino, Beppe Marotta, ci sono quelli di Davide Astori del Cagliari, Bruno Alves dello Zenit di San Pietroburgo, Salvatore Bocchetti del Rubin Kazan e Marco Andreolli del Chievo Verona.

Queste opzioni – al momento – sono ancora tutte in una fase embrionale, in quanto la Vecchia Signora vuole capire in tempi brevi se potrà contare o meno, per quanto concerne la nuova annata calcistica, sulle prestazioni sportive dell’ex giocatore del Bari e, in virtù di questo responso, la stanza dei bottoni bianconera si muoverà di conseguenza.

Il difensore cagliaritano, classe 1987, piace molto al tecnico juventino, Antonio Conte. L’allenatore salentino ritiene che il calciatore cresciuto nel Milan abbia tutte le qualità per entrare a far parte del sistema difensivo zebrato. Tuttavia, però, il club isolano chiede 15 milioni di euro per cedere il proprio tesserato e, in Corso Galileo Ferraris, questa richiesta viene considerata eccessiva. La società di Massimo Cellino, però, accetterebbe anche l’inclusione di una contropartita tecnica: Luca Marrone. Il giovane centrocampista torinese piace molto ai rossoblù e, infatti, già nello scorso mercato invernale, i cagliaritani avevano tentato di portare il mediano piemontese in terra sarda. Ma questo discorso è destinato a morire sul nascere, visto che Marotta e soci non hanno nessuna intenzione di privarsi del proprio talento.

Anche l’opzione Bruno Alves (’81) resiste sempre. Il roccioso centrale portoghese in più momenti è stato vicino a sposare la causa di Buffon e soci, infatti, anche in questa compravendita estiva, il suo profilo è stato oggetto di dibattito per i vertici dirigenziali di Madama. La Juventus ha tentato di imbastire un dialogo con i russi basandolo sul prestito con diritto di riscatto, ma il team guidato da Luciano Spalletti vorrebbe cedere l’ex elemento del Porto solamente a titolo definitivo e, precisamente, per almeno 8-9 milioni di euro.

Sempre rimanendo in Russia, inoltre, c’è sempre quel Salvatore Bocchetti (’86) puntualmente accostato ai torinesi. Il partenopeo ha grande voglia di ritornare a militare nel campionato italiano e, per lui, la Vecchia Signora rappresenta una priorità. I campioni d’Italia – finora – hanno sondato questa pista manifestando un timido interesse e, soprattutto, tentando di ingolosire i rosso-verdi offrendogli il cartellino del terzino sinistro elvetico, Reto Ziegler. Nei prossimi giorni si capirà la reale fattibilità di questo scambio.

Infine, la possibilità clivense, ossia quella che potrebbe portare Andreolli (’86) nel capoluogo piemontese. Questo giocatore è stato cercato con insistenza dal duo Marotta-Paratici nello scorso mercato estivo, viene considerato in casa juventina un calciatore munito di buone potenzialità, e costi alla mano non richiederebbe un investimento significativo (4-5 milioni). La sensazione, in questo caso, è che il condottiero juventino voglia un difensore più blasonato da poter proporre anche in territorio europeo.

In definitiva: in attesa di far chiarezza sul caso Bonucci, la Juventus sta incominciando a preparare il terreno per cercare di non farsi cogliere impreparata. Le opportunità per ridisegnare il reparto difensivo esistono, ora toccherà a Marotta e Paratici capire su chi e come puntare.

Sullo stesso argomento