thumbnail Ciao,

Per Dzeko i rossoneri puntano ad un prestito gratuito per il primo anno, con pagamento nei successivi tre. Da oggi entra nel vivo anche il discorso legato a Kakà...

Il Milan è pronto a regalarsi un asso. Per l'attacco il nome preferito sembra essere quello di Edin Dzeko, che ha lanciato segnali di apertura verso il campionato italiano: "Lo seguo sempre, mi piacerebbe giocarci". I rossoneri, che dovranno temere possibili azioni di disturbo da parte della Juventus, sono pronti a convincere il Manchester City con un'offerta 'particolare'.

Galliani, secondo il Corriere dello Sport, avrebbe intenzione di proporre un prestito gratuito per il primo anno, per poi dilazionare il pagamento del cartellino in 3 anni (con riscatto fissato a 21 milioni, il City ne vorrebbe 25-30).

Poi c'è il discorso ingaggio. Dzeko guadagna 5,5 milioni a stagione (contratto fino al 2015), ma potrebbe abbassare le sue richieste a 4 milioni, spalmandosi l'ingaggio fino al 2016. Il Milan crede molto nell'affare, e per questo sta lasciando libera la seconda casella riservata agli extracomunitari.

Il bosniaco è in concorrenza con Kakà per un posto nel reparto offensivo. Da oggi si entra nella fase calda della trattativa. Il Real Madrid è disposto a venire incontro a Galliani, ma non vuole contribuire al pagamento dell'ingaggio. Il brasiliano dovrebbe accontentarsi di 4 milioni, la stessa cifra proposta a Dzeko.

Altre piste, come quella che porta a Tevez, tornato nelle grazie di Mancini, non sembrano praticabili, mentre sullo sfondo rimangono Alessandro Matri e Giuseppe Rossi. Sempre in tema di attaccanti, voci inglesi riferiscono che il Milan starebbe cercando di anticipare l'Arsenal per il giovane, classe 1994, M'Baye Niang, in forza al Caen.

Sullo stesso argomento