thumbnail Ciao,

Il ds milanista ha fatto anche il punto sull'affare Yanga-Mbiwa: "C’è stato un rallentamento, ma il giocatore continua ad interessarci".

Come lenire il dolore per le partenze di Thiago e Ibra? La soluzione sembra essere il ritono in rossonero di Ricardo Kakà, star brasiliana del Real, che con la maglia del Milan ha raggiunto l'apice della sua carriera, scrivendo pagine memorabili della storia del club in Italia e in Europa.

Intervistato in esclusiva da 'SpazioMilan.it', il ds Ariedo Braida ha fatto il punto sulla trattativa con le merengues, attualmente in fase di stallo: "La situazione è in stand-by, aspettiamo di capire come risolvere il problema che conoscete (l’ingaggio, ndr). Certo, un suo ritorno farebbe enorme piacere perché Kakà è un ragazzo a cui tutti vogliono bene, che ha fatto un pezzo di storia rossonera e che ovviamente saremmo lieti di riavere con noi”.

Parole che lasciano ampi margini di manovra, ma che in qualche modo gettano benzina sul fuoco che arde nei cuori dei sostenitori milanisti, in trepida attesa della fumata bianca.

Ma Kakà non è l'unico punto all'ordine del giorno sulla tabella di marcia nella strada verso il rafforzamento per il Milan: un'altra pista calda è qualla che porta a Montpellier, città in cui gioca un certo Yanga-Mbiwa:

“Al momento per Yanga-Mbiwa c’è stato un rallentamento, ma il giocatore continua ad interessarci - ha dichiarato Braida, il quale poi ha concluso con un commento sulla dichiarazione rilasciata dal patron francese -. Le parole del presidente Nicollin? Non ci hanno indispettito: fa parte del gioco”.

Sullo stesso argomento