thumbnail Ciao,

Il presidente granata conta di regalare a Ventura un regista coi fiocchi: l'argentino del Catania sarebbe il top, ma la trattativa è piuttosto complicata.

A.A.A. cercasi regista. E' questo il cartello che campeggia in sede di mercato del Torino. Tanti i nomi sondati, cercati, trattati e poi lasciati per pretese economiche troppo alte, tra ingaggi e valutazione complessiva. Ventura, però, ha sempre avuto in cima alla lista un unico nome: Sergio Almiron.

Il regista argentino, già allenato dal tecnico a Bari, sarebbe l'uomo ideale per regalare geometrie alla linea mediana. E' il top nel suo ruolo, tra i giocatori che rientrano nel budget del Toro. Cairo ci ha pensato molto, e sarebbe disposto anche ad un sacrificio economico pur di accontentare l'allenatore che ha riportato in A i granata.

Tuttavia la trattativa è tutto tranne che semplice: Maran - e il Catania in toto - ha dichiarato più volte che il giocatore è incedibile, anche se, si sa, a volte l'incedibilità è tale solo in teoria. ll presidente granata, secondo 'Tutttosport', vuole quindi provarci. Prima riallacciando i rapporti con gli etnei (raffreddatosi dopo il caso Antenucci) e poi cercando, con calma e sangue freddo, di iniziare una trattativa vera e propria per Almiron.

Da un argentino all'altro. Se Almiron rappresenta il sogno proibito, Fernando Tissone è praticamente la certezza. Il canale di discussione tra Toro e Samp è aperto, e tra oggi e domani potrebbe esserci un incontro con il padre-procuratore Lino Tissone. Si attendono imminenti sviluppi.

Oggi, intanto, Cairo ha un altro appuntamento in agenda. Quello con Lotito per parlare di Sergio Floccari. L'amichevole tra Torino e Lazio sarà l'occasione migliore per cercare di limare quei 5 milioni di euro che i biancocelesti chiedono per il giocatore. Ma la situazione di Floccari, che prima di dire sì dovrà accettare di spalmarsi l'ingaggio, è legata a doppio filo ad un'eventuale cessione di Bianchi, che piace a Napoli, Siena, Parma ed Atalanta.

Sempre calde le alternative. Per Barreto la situazione sarebbe facilmente sbrogliabile, ma Pozzo vuole una cifra ancora troppo alta per il Toro. Ljajic ed Edu Vargas potrebbero arrivare in prestito, mentre sul fronte Genoa potrebbero sbloccarsi le trattative per Biondini e Antonelli, l'alternativa agli obiettivi primari Marchese e Pasquale. Potrebbe invece restare Di Cesare (rinnovo in vista), che precluderebbe l'acquisto di uno tra Terlizzi e Bovo, anche se per quest'ultimo si vuole prima aspettare il suo ritorno in campo.

Sullo stesso argomento