thumbnail Ciao,

Il direttore sportivo abruzzese fa il punto sul mercato ed ammette l'interesse per molti elementi della Lazio: "Kozak o Floccari i sogni. Foggia e Carrizo? Vediamo...".

Potrebbe essere una serata importante per il mercato del Pescara. In queste ore è infatti previsto un incontro tra il direttore sportivo degli abruzzesi, Daniele Delli Carri, e il presidente della Lazio, Claudio Lotito.

Tanti i nomi al centro del colloquio, come sottolineato da Delli Carri ai microfoni di 'Radio Manà Manà Sport': "Per quanto riguarda Foggia e Carrizo vedremo questa sera dopo l’incontro con il presidente biancoceleste. La Lazio ha provato anche ad inserire nella trattativa il cartellino di Zauri, ma a noi non interessa perché in quel ruolo siamo coperti".

Secondo quanto riportato da 'Sky Sport' intanto, il presidente del Pescara, Sebastiani, sarebbe in questi minuti in viaggio verso Roma, dove è prevista la cena tra lo stato maggiore abruzzese e la dirigenza della Lazio. Si punterebbe in questo modo ad abbassare le pretese economiche di Lotito per portare in biancazzurro proprio Carrizo e Foggia, fortemente voluti dal tecnico Stroppa.

Delli Carri ammette il proprio interesse per due attaccanti in forza alla società biancoceleste: "La nostra idea è stata sempre quella di arrivare ad uno tra Floccari e Kozak, ma al momento non c’è stato spazio per chiudere da questo punto di vista".

Quindi il ds biancazzurro esclude inserimenti della Lazio su Capuano: "Per quanto riguarda Marco non ci sono trattative in corso, desta interesse ma di vero non c’è nulla. Nel caso in cui la Lazio o un’altra squadra ce lo chiedesse sarebbe dura porre dei veti”.

Infine si passa a parlare dell'opzione Crescenzi, giovane della Roma che interessa molto dalle parti di Pescara: "In questo momento siamo fermi, da parte dalla Roma c’è la volontà di proseguire quanto fatto con Caprari, ma ora non ci sono le condizioni. Se dovessimo prendere Crescenzi lo faremo alla stessa modalità di Caprari, con il diritto di riscatto della metà. Il problema è che manca ancora l’accordo con il giocatore”.

Sullo stesso argomento