thumbnail Ciao,

Il noto procuratore, dopo aver stuzzicato il patron del Napoli su Hamsik, punzecchia adesso De Laurentiis sul nervo scoperto rappresentato dall'attaccante uruguayano.

E' ormai guerra di nervi tra Mino Raiola, procuratore di moltissimi big del calcio europeo, tra i quali Ibrahimovic, e Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli che, solo qualche giorno fa, ha definito lo stesso Raiola 'rompiscatole' per aver consigliato al proprio assistito Hamsik di lasciare l'azzurro.

Oggi è stato proprio l'agente dello slovacco a riaprire il sentiero della polemica con il presidente partenopeo, intervenendo ai microfoni di 'Radio Kiss Kiss',  e pungendo stavolta sul nervo scoperto relativo alla possibile cessione di Cavani: "Se avesse la possibilità di andar via, lo farebbe subito"- si dice certo Raiola.

Quindi l'agente chiarisce il proprio rapporto con De Laurentiis, smentendo qualsiasi attrito personale: "Abbiamo idee diverse e io lo accetto, nel mondo è bello che le persone la pensino diversamente. Lui gestisce il Napoli a suo modo, ne è il proprietario ed è libero di fare ciò che vuole del suo club. Io ho idee diverse, ma nulla di personale con lui".

Infine Raiola promuove la scelta del Napoli di privarsi dell'argentino Lavezzi e ne spiega il motivo: "La storia mi darà ragione: ha venduto Lavezzi e ha trovato un gioiello come Insigne. Non avesse venduto Lavezzi, Insigne non sarebbe venuto fuori".

Sullo stesso argomento