thumbnail Ciao,

Il patron granata ha promesso quattro acquisti: un terzino sinistro, un centrocampista, un esterno ed un attaccante. L'obiettivo è la salvezza, cercando di compattare il gruppo...

"Abbiamo quattro obiettivi: un terzino sinistro, un centrocampista, un esterno, un attaccante". A parlare è Urbano Cairo, che rivela i piani di mercato del Torino. Non succede di frequente. Bando alla segretezza, insomma, l'importante, per i granata, è portare gli acquisti a casa.

Il terzino sinistro, tanto per cominciare, non sarà Mesbah, ormai è chiaro: "Ha espresso il legittimo desiderio di restare al Milan - le parole di Cairo a TuttoSport - ma in verità fin da quando ha iniziato a titubare, riflettendo sulla possibilità di andare a Marsiglia, non ero più convinto di prenderlo".

Lo stesso dicasi per il centrocampista, che difficilmente sarà Pazienza, vista la rabbia del suo agente contro il Toro: "D’Ippolito mi ha chiamato una settimana fa e abbiamo parlato del giocatore. Ma non era un’operazione definita, ne abbiamo discusso e lui evidentemente è andato molto oltre, considerando già chiusa la trattativa".

Cairo rivendica il suo impegno sul mercato: "Come investimenti in questo mercato siamo già al quarto posto, ma so che ne serviranno altri: per una neopromossa che vuole restare in A è un obbligo. E su alcuni giocatori fortemente voluti da Ventura, come Gazzi, Gillet e Sansone, ho messo qualche lira in più: quando devi trattare con club che sanno quanto desideri quei calciatori, è chiaro che poi ti chiedono qualcosa in più".

Una cosa è certa: Ogbonna non si tocca. "E' incedibile, e lui vuole rimanere almeno un altro anno al Torino". L'obiettivo-salvezza è praticamente obbligato, ma più di tutto il patron granata vorrebbe "procedere lungo il solco tracciato nella passata stagione, cercando di compattare sempre di più il gruppo: più c’è compattezza, più la squadra cresce, con l’aiuto della società. Solo così si raggiungono gli obiettivi".

Sullo stesso argomento