thumbnail Ciao,

"Sappiamo di avere una squadra forte. Non vuol dire che non si farà nulla, ma quando mancano poche mosse vuol dire aver fatto un buon lavoro in passato", ha detto Bigon.

Il Napoli è al centro di diversi movimenti di mercato e il direttore sportivo del club partenopeo, Riccardo Bigon, dal ritiro di Dimaro fa il punto della situazione.

"Sul mercato abbiamo dato garanzie in questi anni - ha detto il ds azzurro ai microfoni di 'Sky Sport24' - Noi puntiamo su questo gruppo che ha già dimostrato la sua forza, adesso con un anno in più sappiamo di avere una squadra forte. Non vuol dire che non si farà nulla, ma quando mancano poche mosse vuol dire aver fatto un buon lavoro in passato".

Con Lavezzi già ceduto al Paris Saint-Germain, i tifosi azzurri temono che possa partire, destinazione Juventus, che per lui ha fatto finora un gran pressing, Edinson Cavani possa andare a frutto per i bianconeri, ma Bigon smentisce che sia intenzione del club partenopeo lasciar partire anche il bomber uruguagio... "Sono tre anni che viene fatta la stessa domanda, ossia se Cavani è cedibile - ha detto il ds - Ma Edinson è qui è rimarrà qui. Le parole, comunque, non fanno il mercato e questo si chiuderà solo il 31 agosto...". Quindi, fa capire Bigon, se non credete alle mie parole aspettate la deadline del calciomercato e constaterete che Cavani sarà ancora in azzurro.

Ma quali sono le mosse che il Napoli andrà a cercare di chiudere per completare l'organico? Nel mirino del club campano c'è sicuramente Cuadrado, anche se Bigon non si sbilancia... "Non faccio nomi - ha detto - Siamo attenti su varie situazioni, ma abbiamo la fortuna di avere una squadra solo da puntellare e non da rifare. Giocatori interessanti ce ne sono tanti, soprattutto molto giovani come Ocampos. Non ha senso però soffermarsi su nomi che poi esplodono sul punto di vista mediatico, che possono solo depistare oppure creare problemi nelle trattative".

Bigon fa poi un pronostico sulla lotta per il titolo nella stagione che sta prendendo il via... "Se la giocheranno diverse squadre - ha detto - La Juventus è quella che ha qualcosa in più di tutte e lo ha dimostrato nell'ultimo campionato. Il Napoli ha comunque fatto capire di avere tutto in regola per poter essere competitivo. Prima c'è la Supercoppa, sarà molto difficile avere Cavani perché dovrebbe essere eliminato ai quarti alle Olimpiadi e non glielo auguro. Cercheremo di essere nelle condizioni migliori per prenderci il trofeo".

Sullo stesso argomento