thumbnail Ciao,

L'ex capitano dei piemontesi, sempre più vicino a lasciare la Russia, apre le porte a una possibile seconda avventura con il club di Cairo: "L'idea non mi dispiacerebbe...".

Dopo essere finito un po' 'dietro le quinte', Alessandro Rosina prepara il rientro in grande stile. Il fantasista cresciuto nel Parma, sempre più vicino a lasciare lo Zenit San Pietroburgo dopo tre stagioni di alti e bassi, dalle colonne di 'Tuttosport' apre a un possibile ritorno al Torino.

"Sto parlando con diverse società. Il Torino? Sì, è vero, non mi spiacerebbe tornare a giocare con la maglia granata - ha ammesso il ventottenne - Ho ancora una anno di contratto con lo Zenit ma se un club mi volesse il mio trasferimento sarebbe a costo zero".

Già, perchè Rosina ha ottenuto dal club russo la possibilità di liberarsi gratis nel caso in cui dovesse presentarsi dalla propria dirigenza con un'offerta di un'altra squadra. Possibilità, questa, che agevolerebbe non poco un'ipotetica trattativa con il Toro in cui l'ostacolo legato all'ingaggio verrebbe aggirato attraverso uno 'spalmamento'.

Con i piemontesi, Rosina ha giocato già dal 2005 al 2009 conquistando una promozione e una salvezza attraverso 139 presenze condite da 33 goal. Un rendimento che nel corso della sua permanenza in granata gli è valsa anche l'investitura di capitano. A luglio del 2009, dopo la retrocessione in B del Toro, viene ceduto per nove milioni allo Zenit. E ora, ecco spalancarsi le porte di un clamoroso ritorno.

Sullo stesso argomento