thumbnail Ciao,

Il dg rossoblù: "Prima di cederlo ad un altro club dovremmo far tornare il giocatore interamente nostro. Le big lo seguono, ma niente contropartite: abbiamo rose molto folte".

Mattia Destro è uno dei nomi più chiacchierati nel calciomercato di quest'estate. Comprensibile, visto che con la maglia del Siena ha fatto il bello e il cattivo tempo, arrivando a giocarsi la convocazione agli Europei e proponendosi come giovane rivelazione del campionato conclusosi un mese e mezzo fa. In comproprietà tra i toscani e il Genoa, il ragazzo ha ancora il futuro indefinito, e a tal proposito il nuovo direttore generale rossoblù, Pietro Lo Monaco, ha tentato ancora una volta di fare chiarezza.

"Destro? Come è stato detto più volte, è un giocatore a metà col Siena - ha affermato l'ex dg del Catania a Teleradiostereo - E ha due possibilità: o resta da loro, visto che hanno esercitato il diritto di riscatto della comproprietà, oppure col Siena negozieremo per far tornare nostro l'intero cartellino. Il che, in caso di cessione ad altro club, sarebbe la prima cosa da fare. Sembra che Mattia sia l'unico argomento di discussione dei media, ma in realtà su di lui è già stato detto tutto".

Sul prodotto delle giovanili dell'Inter vigilano la Roma e gli stessi nerazzurri, decisi a rimediare all'errore commesso al momento della sua partenza. Ma Lo Monaco è chiaro: "Prima di definire la compartecipazione avevamo stabilito contatti con altre società. Roma e Inter ci sono, ma hanno fatto solo dei sondaggi. E poi vorrebbero inserire delle contropartite tecniche, mentre sia noi che il Siena abbiamo già rose folte e dobbiamo prima vendere. E vendere è storicamente più difficile che acquistare".

Sullo stesso argomento