thumbnail Ciao,

Il direttore sportivo bianconero Antonelli ha confermato che il ragazzo potrà scegliere tra club italiani ed esteri per il suo futuro. Ma le sue preferenze non saranno decisivi.

E' ancora incerto il futuro di Mattia Destro. A cercare di fare un po' il punto della situazione è il nuvo direttore sportivo del Siena Stefano Antonelli, il quale chiarisce che in gioco ci sono sia le tre italiane (Inter, Juventus e Roma) ma anche delle squadre straniere: "Siamo in un momento di riflessione, ci sono da verificare tutte le opportunità, ovviamente in completa sinergia con il Genoa e con il presidente Preziosi".

"Vogliamo che tutto vada per il verso giusto sia per noi del Siena che per il ragazzo -
spiega -. Dietro c'è qualche società? Dietro di noi non c'è nessuno, non è mai stata una sorpresa la nostra voglia di voler riscattare Destro. In questi giorni non abbiamo nessun tipo di appuntamento con la Roma, almeno per il momento. Parliamo di tre grandissimi club, quindi quando vai in queste squadre non puoi avere il posto assicurato".

Secondo Antonelli il regazzo potrà anche avere delle preferenze, ma non le conosce e non saranno prioritarie nella scelta della destinazione: "Il ragazzo avrà sicuramente delle preferenze, ma per quanto ci riguarda non c'è una squadra in vantaggio sull'altra. Inter, Roma, Juventus o c'è qualche altra? I club stranieri si sono già inseriti, anche per questo motivo vogliamo riflettere bene. E' il Psg? Non mi fate fare nomi".

Un classico del mercato, insomma. La situazione va in stallo ed ecco spuntare l'interesse di società estere a mettere pressione sulle pretendenti nostrane. E' una fase di studio attorno a Destro, ma tutte le parti in causa hanno interesse a sbrogliare la matassa il prima possibile: chi cede per monetizzare, chi compra per bruciare la concorrenza. Sempre più volta.

La conclusione Antonelli la dedica al prossimo allenatore del Siena, che sarà Serse Cosmi: "Con molta probabilità potrà essere Cosmi. Mancano le firme, ma solo per un discorso di lontananza. Ma stiamo provvedendo in queste ore. Corrisponde al nostro identikit di allenatore che già il presidente Mezzaroma aveva in mente prima del mio arrivo".

Sullo stesso argomento