thumbnail Ciao,

"In Russia, nell’ultimo periodo, non è sempre stato impiegato come titolare. Vuole giocare in un grandissimo club e la maglia bianconera sarebbe un’opportunità importante".

Ora si pensa solo all'Europeo, con il Portogallo a sfidare la cugina iberica per riconquistare la finale dell'Europeo, come nel 2004. Bruno Alves, però, rimane al centro del mercato, la Juventus spinge per averlo da mesi e mesi, ora potrebbe essere arrivata la svolta decisiva.

"Mio figlio poteva andare alla Juventus già un anno fa. L’ipotesi è valida e piace tuttora" afferma il padre del giocatore dello Zenit, Ahamed Washington. "Se il club russo e la Juve si metteranno d’accordo, Bruno a Torino si trasferirebbe volentieri. In Russia, nell’ultimo periodo, non è sempre stato impiegato come titolare. Vuole giocare in un grandissimo club e la maglia bianconera sarebbe un’opportunità importante. Vediamo cosa succede ad agosto...".

"Bruno - afferma Washington - è concentrato sull’Europeo, fin qui ha giocato ottime partite, mostrando una forma invidiabile. Contro la Spagna sarà una semifinale dura, ma la nostra Nazionale è cresciuta partita dopo partita ed è molto più esperta di qualche anno fa: sono convinto che abbia tutto per conquistare la finale".

Operazione possibile, come evidenzia 'Tuttosport', sopratutto perchè Spalletti non ha intenzione di dare battaglia per tenerlo a tutti costi, mentre Conte ha dato l'ok. Nessun prestito, solo titoli definitivi e tanto cash. Magari qualche milione in meno con prestiti (leggasi Pepe).

Le alternative si chiamano Bocchetti, anch'egli 'russo', Peluso, e Astori. Su quest'ultimo il problema è legato al mercato del Cagliari: se partirà Canini non partirà lui, e viceversa. Ma tra i due sembra più vicino a partire il secondo.

Sullo stesso argomento