thumbnail Ciao,

Il calcio-mercato è solo agli inizi, ma le idee in casa bianconera sembrano piuttosto chiare. Tante le partenze, l'obiettivo è mettere da parte un vero e proprio tesoretto.

La strada per arrivare ad un top player è lunga e piena di ostacoli, soprattutto economici. Così la Juventus sta rimpinguando le finanze del proprio salvadanaio in modo da non lasciarsi trovare impreparata di fronte a richieste importanti. La lista dei partenti è lunga, l'obiettivo è monetizzare il più possibile il prima possibile.

Il primo a partire sarà molto probabilmente Reto Ziegler. Dopo l'anno di prestito, Juventus e Fenerbahçe stanno trattando il cartellino difensore. L'affare dovrebbe fruttare ai bianconeri 3,5 milioni di euro, una bella plusvalenza considerando l'ingaggio dello svizzero a parametro zero dalla Samp lo scorso anno. Bocciato da Conte, il terzino svizzero si è rivelato uno dei migliori giocatori del campionato turco. "Lui vuole rimaner qui", spiega il ds Ali Yldrim. "I contatti tra le società sono continui e manca poco alla chiusura della trattativa".

Identico il messaggio positivo arrivato dal Galatasaray per Felipe Melo. I tifosi giallorossi lo vorrebbero vedere ancora con la maglia indossata lo scorso anno, soprattutto vista la vittoria in campionato e la qualificazione alla prossima Champions League. La Juventus, però, vorrebbe ricavare 10 milioni dalla trattativa, e le sirene russe iniziano a farsi sentire. Lo Spartak Mosca ha mostrato grande interesse verso il centrocampista brasiliano, mentre le piste che lo condurrebbero a Napoli, Corinthias e Bayern Monaco sembrano decisamente più complicate.

Il Feyenoord, da par suo, sembra intenzionato a riportare Eljero Elia in Olanda, gratuitamente: niente soldi, niente trasferimento, ha risposto la Juve. Nel frattempo sono arrivate offerte dal West Ham e dallo Shalke 04, mentre il Benfica temporeggia. Il problema più grosso è determinato dai 9 milioni (più 1 di bonus) sborsati l'estate scorsa per prelevarlo dall'Amburgo. La voglia di perdere un investimento simile è poca, la svalutazione, però, è inevitabile. Con un prestito oneroso da 2 milioni e un riscatto fissato a 5, il West Ham sembra convinto di poter chiudere la trattativa. In ogni caso se ne riparlerà più avanti.

Altra pedina importante in partenza è Quagliarella. Sempre il West Ham è in corsa, ma serviranno 15 milioni per strapparlo ai torinesi. Si aspetta l'offerta degli sceicchi del Malaga, pronti a spingersi sino a 12 milioni, a meno che nella trattativa non venga inserito anche Michele Pazienza, giocatore sempre gradito dal tecnico ex Real Madrid.

Restano da valutare le situazioni di Jorge Martinez, Simone Padoin e Marco Motta. Il primo non ha avuto la rivalutazione che ci si aspettava dopo la stagione al Cesena e l'ingaggio elevato spaventa possibili acquirenti, anche se Malaga e Atletico Madrid hanno mostrato un certo interesse. Su Padoin c'è il Parma, pronto a lanciarsi all'attacco anche per Motta in un derby tutto emiliano con il Bologna. Alla finestra l'Atalanta.

Proseguono, infine, i sondaggi di Catania e Fiorentina per Marco Storari. Difficle, però, che si sblocchino le trattative, un po' per l'importanza del giocatore all'interno del gruppo, un po' per l'elevato ingaggio. Probabile, dunque, la permanenza come vice-Buffon.  

Sullo stesso argomento