thumbnail Ciao,

Il Siena ed il Genoa non si sono accordate per Mattia Destro, Roma e Parma alle buste per Fabio Borini. Anche il futuro di Alessandro Diamanti sarà deciso alle buste.

Sono state tante le comproprietà risolte nel pomeriggio, prima del definitivo 'gong' per decidere il futuro dei giocatori in compartecipazione. Tuttavia, il cartellino di diversi giocatori è rimasto, almeno per un'altra notte, diviso a metà tra due club e sarà dunque necessaria l'apertura delle buste per conoscere il loro futuro.

Le buste, consegnate alle 19 e che saranno aperte domattina, decideranno dunque il futuro di diversi calciatori ed anche le due compartecipazioni più calde. Brescia e Bologna non hanno raggiunto alcun accordo per Alessandro Diamanti, Parma e Roma si contendono Fabio Borini.

L'attaccante della Nazionale, reduce da un'ottima stagione in giallorosso, sembra destinato a restare nella Capitale: secondo quanto riportato da Sky Sport 24 la Roma avrebbe scritto nella propria busta la cifra di 4,9 milioni di euro, mentre il Parma si sarebbe fermato a 4,2 milioni.

Non è stata risolta nanche la querelle tra Genoa e Siena, che non sono riuscite a mettersi d'accordo per Mattia Destro, con Inter, Roma e Juventus spettatrici interessate. Il futuro dell'attaccante non verrà però deciso alle buste visto che la compartecipazione tra i due club è iniziata ufficialmente solo da pochi giorni, ossia da quando la società toscana ha fatto valere il diritto di riscatto della metà del cartellino del giocatore.

Le parole del presidente del Genoa Enrico Preziosi ("Destro giocherà nel Siena"), lasciano intendere che i rossoblù non siano intenzionati ad offrire cifre astronomiche per il giovane bomber. Ma secondo qualcuno potrebbe trattarsi di semplice pretattica.


Sullo stesso argomento