thumbnail Ciao,

Maestro della fase offensiva, l'ex allenatore del Pescara non chiederà nuovi rinforzi in attacco. Difesa e centrocampo però vanno sistemati.

Quella che si appresta a vivere la Roma, è una vera e propria rivoluzione Zemaniana. Il tecnico boemo infatti, porterà nella capitale un gioco unico in Italia ed un entusiasmo da record, per farlo però avrà bisogno degli uomini giusti in ogni reparto.

Maestro della fase offensiva, l'ex allenatore del Pescara non chiederà nuovi rinforzi in attacco. I giocatori che la Roma gli metterà a disposizione soddisfano già le sue pretese, d'altronde i suoi schemi hanno fatto la fortuna di tutti gli attaccanti che ha allenato in carriera.

Novità importanti sono invece previste in difesa dove, secondo il Corriere dello Sport, gli unici sicuri della riconferma sono Burdisso e Stekelenburg. I brasiliani Castan e Dodò vanno ormai considerati come acquistati, manca però un altro centrale che potrebbe essere uno tra Ogbonna e Astori con Romagnoli in alternativa. Sono attesi acquisti anche per i ruoli dei terzini, Van der Wiel e Cissokho potrebbero rappresentare gli uomini giusti per il gioco di Zeman.

Altro reparto che necessità di rinforzi è il centrocampo. Il tecnico boemo ha già fatto sapere che considera De Rossi e Pjanic due interni, ma che manca un centrocampista. Anche in questo caso, il rinforzo ideale potrebbe arrivare dal Brasile ed è Arouca del Santos. Il problema è legato al suo status da extracomunitario, bisogna sperare che Castan prenda il passaporto italiano. L'alternativa potrebbe essere la stella dell'Ajax Eriksen, il suo prezzo però è già altissimo e rischia di aumentare ulteriormente durante l'Europeo.

Sullo stesso argomento