thumbnail Ciao,

Capocannoniere di Turchia, Yilmaz sembra essere veramente a un passo dai biancocelesti. Per una Lazio a trazione anteriore si seguono Balzaretti, Faubert, Farnerud.

Un difetto della Lazio di Reja? La lentezza, una manovra troppo spesso prevedibile e compassata. Se n'è accorto Vladimir Petkovic che per i biancocelesti quest'anno ha tutt'altro in mente: gioco spumeggiante, attaccanti rapidi e immarcabili pronti a infilzare ripetutamente le difese avversarie con inserimenti simili a stilettate. Un giocatore che incarna a pieno queste caratteristiche? Burak Yilmaz, fresco capocannoniere di Turchia con la casacca del Trabzonspor.

L'indiscrezione del suo arrivo, che ormai assomiglia di più a una sentenza, giunge direttamente da Trebisonda ed è stata prontamente raccolta dal 'Corriere dello Sport'. Secondo il quotidiano capitolino, i contatti tra i due club sarebbero avviatissimi - ci sarebbe stata una video conferenza tra l'uomo mercato Tare e il Presidente dei turchi Sadri Sener -, così come quelli con il manager del giocatore, Adri Egesel, annunciato ieri a Roma.

Ventisette anni da compiere tra un mese, Yilmaz ha segnato ben 33 reti nella scorsa stagione, ammattendo le difese avversarie con la sua rapidità e imprevedibilità, che unite al suo senso del goal innato, ne fanno uno degli attaccanti più appetiti del momento. Lo sa bene Petkovic che contro di lui ha giocato quando era alla guida del Samsunspor, incassando tre 'pappine' con il timbro Burak marchiato a fuoco. Per prenderlo bisognerà battere la concorrenza di club di primissimo piano come Manchester United, Atletico Madrid e Borussia Dortmund.

L'offerta dei biancocelesti è comunque di quelle ghiottissime, che pone il club di Lotito in pole position nella corsa al Turco: 2,1 milioni di euro al giocatore per 5 anni (più bonus legati ai goal), 5 milioni di clausola al Trabzonspor da sommare al 25% degli introiti provenienti da una eventuale vendita futura. 

Con la velocità come obiettivo primario, Petkovic sta cercando di disegnare una Lazio votata all'attacco, con un gioco propositivo che parte già dalle retrovie. Naturale quindi che altri nomi legati ai biancocelesti siano sprinter dal profilo medio-alto: avviati i contatti col Palermo per Balzaretti - domanda e offerta distano 2 milioni di euro -, si segue Faubert del West Ham. Per la mediana il nome caldo è quello di Farnerud dello Young Boys, giocatore che Petkovic ha allenato e apprezzato in passato.

Nomi rilanciati anche da 'La Gazzetta dello Sport' ai quali la 'rosea' ha aggiunto il finlandese Hetemaj del Chievo e il belga El Kaddouri del Brescia. Trattative difficili ma non impossibili, per una Lazio in cerca di vittorie ottenute attraverso il bel gioco, la sfrontatezza e la rapidità, tutte caratteristiche incarnate dal nuovo tecnico che ha portato in giro per l'Europa, e che i tifosi biancocelesti sperano di poter ammirare anche in riva al Tevere.

Sullo stesso argomento