thumbnail Ciao,

L'ex tecnico del Genoa pronto a sostituire Montella sulla panchina dei siciliani. Per l'attacco spunta il nome di Mouche, punta del Boca in rotta con gli argentini.

Dopo l'addio di Lo Monaco e l'arrivo in Sicilia di Gasparin, non sono finiti gli stravolgimenti per il Catania di Pulvirenti che ormai si è rassegnato all'idea di perdere anche l''aeroplanino' Montella, destinato a guidare la Fiorentina nella prossima stagione. Il contratto del tecnico però scadrà solo 2013, fatto che garantirà al club etneo una contropartita tecnica o un cospicuo rimborso dalla dirigenza viola, per liberare il proprio allenatore già quest'estate.

Soldi che pioverebbero come la manna dal cielo, per un club che il prossimo anno proverà a ripetere l'ottima stagione appena conclusa. Diverse le situazioni da chiarire e i buchi da coprire per una rosa in continua evoluzione: Carrizo - in prestito dalla Lazio - non è certo del proprio riscatto, e nel caso tornasse alla base il Catania dovrebbe cercare un portiere, così come un attaccante esterno, vista la probabile partenza di uno tra Gomez e Barrientos.

Tra i nomi caldi per l'attacco c'è quello dell'argentino Mouche del Boca Juniors, per il quale gli 'xeneises' chiedono 6 milioni di dollari, cifra consistente ma comunque reperibile tra la 'liberazione' di Montella e le risoluzioni delle diverse comproprietà sparse per mezza Italia, tra le quali figurano giocatori comunque appetiti a livello nazionale come AntenucciMorimotoLanzafame e Negro.

Per quanto riguarda il sostituto di Montella, è di oggi l'indiscrezione pubblicata dal 'Corriere dello Sport' che vuole Pasquale Marino a un passo dal ritorno a Torre del Grifo. Alla guida dei rossazzurri, l'ex allenatore del Genoa ha lasciato un buor ricordo, raggiungendo la A nel 2006 e una salvezza tribolata nel 2007. Una possibile alternativa è rappresentata da Michele Serena, allenatore dell'ambizioso Spezia, neo promosso in Serie B.

Sullo stesso argomento